Copy
Newsletter #18 - Dicembre 2015

Un anno che non dimenticheremo



 
Si sta chiudendo un anno intenso, che ricorderemo per molti motivi. Innanzitutto per la situazione internazionale, segnata dal terrorismo del Daesh, dagli orrori delle stragi, da Charlie Hebdo al Bataclan, dai conflitti terribili nel continente africano, nel Mediterraneo e in altri paesi. La minaccia terroristica ha colpito luoghi simbolici di convivenza, libertà e cultura, rendendoci consapevoli dell’urgenza di una risposta straordinaria che impegna in modo unitario la comunità internazionale e l'Europa in una strategia comune cui l'Italia sta contribuendo con scelte di responsabilità.

Non dimenticheremo quest'anno con 3.700 profughi annegati nel Mediterraneo, di cui 700 bambini. Abbiamo visto i loro corpi abbandonati sulla spiaggia, altri li abbiamo visti attraversare il filo spinato, percorrere le strade della speranza sulle spalle dei padri, poiché i conflitti terribili che affliggono la Siria, la Libia e l’Iraq spingono a cercare rifugio in Europa un flusso migratorio di proporzioni eccezionali: un milione di persone, il più elevato dalla Seconda guerra mondiale.

Ma questo 2015 lo ricorderemo anche per altri momenti storici positivi, segnali di speranza per il futuro: dall’Expo dedicato al tema “Nutrire il pianeta” e allo sviluppo ecosostenibile, che ha prodotto la Carta di Milano sulle responsabilità per garantire alle generazioni future il diritto al cibo, fino a Cop21 sul clima che si è concluso a Parigi, un impegno per il futuro del pianeta con un risultato di unanimità che non era scontato.

E non scorderemo che nel 2015 Papa Francesco ha aperto il Giubileo straordinario della Misericordia, proprio in questo momento di grandi cambiamenti epocali, chiamando i cristiani a essere testimoni di misericordia attraverso la vicinanza a coloro che sono nella sofferenza, abbandonati e senza speranza, perché “questo non è il tempo per la distrazione, ma al contrario per rimanere vigili e risvegliare in noi la capacità di guardare all’essenziale”.

Infine, guardando alla nostra situazione interna, arrivano conferme ormai non più vacillanti dei segnali positivi dall’industria: crescono a ottobre fatturato (+2%) e ordinativi (+4,6%). In aumento sia mercato interno che estero. Si ricomincia a parlare di investimenti e occupazione. Forse siamo alla fine della lunga recessione che ha impoverito il paese. Ma non dobbiamo fermarci, perché molti sono ancora i problemi da risolvere: le povertà familiari e minorili, la disoccupazione giovanile, le politiche per il Mezzogiorno.

Si possono però cogliere i primi risultati delle riforme approvate. E sono state tante. Perfettibili tutte, ma accomunate dall’obiettivo di far ripartire l’Italia. Oltre alle più discusse, come legge elettorale, Jobs Act, riforma della scuola e della pubblica amministrazione, altre hanno suscitato meno clamore ma sono ugualmente importanti per la vita delle persone: nuovo codice degli appalti, norme anticorruzione, continuità affettiva, legge sull’autismo, divorzio breve, concorrenza, green economy, biodiversità, fino alla Legge di Stabilità. Molte sono già in via di approvazione: dalla riforma costituzionale (cui seguirà il referendum confermativo) allo ius soli, dall’omicidio stradale alle unioni civili.

Ci aspetta dunque un 2016 denso e difficile a livello nazionale e mondiale. I risultati delle elezioni in Francia e in Spagna attestano che la crisi economica ha prodotto un cambiamento nello scacchiere politico. La costruzione fragile e incerta della nostra storia è oggi più che mai esposta al disordine e all’imprevedibile che sovverte i nostri piani e ci costringe a riformularli. Il tempo che dà forma ai nostri giorni non è lineare e mette in crisi le sicurezze precostituite.

La risposta non sta nell’arroccarsi populista che difende un vecchio mondo che non c’è più. La politica che si oppone (illusoriamente) ai cambiamenti non previsti o diversamente previsti, che si barrica nelle certezze e nelle consuetudini, ha già perso la sfida del nostro tempo. Al Governo del paese si richiede la capacità di “attraversare” i cambiamenti, ma anche di “generarli”, se vuole rimanere all’altezza di una progettazione efficace, sensata e lungimirante. Questo è il mio augurio per il nuovo anno.
 
A colloquio con il ministro Orlando per mantenere il processo Aemilia a Reggio
 
Il primo dicembre ho incontrato il ministro della giustizia Orlando in merito all'inchiesta Aemilia per mantenere il processo a Reggio, nel territorio in cui si sono verificate la gran parte delle infiltrazioni di matrice 'ndranghetista. Al ministro ho espresso considerazioni positive sull'opportunità politica di svolgere la fase dibattimentale a Reggio, anche in funzione della possibilità per i cittadini reggiani di assistere da vicino al procedimento penale che riguarda l'infiltrazione della criminalità organizzata in Emilia, compatibilmente con le misure di sicurezza necessarie.
 
A "Buongiorno Reggio" per parlare del dramma della prostituzione minorile
 
Il 14 dicembre sono stata ospite in diretta della trasmissione "Buongiorno Reggio", in onda su TeleReggio, per riportare l'attenzione su alcuni aspetti drammatici riguardanti la prostituzione minorile (sia femminile che maschile), un fenomeno terribile di cui ancora oggi in Italia si parla troppo poco.

[Video] Guarda il mio intervento integrale
 
A "Buongiorno Reggio": i bambini davanti al terrorismo di Parigi e i diritti dell'infanzia
 
Il 16 novembre sono stata ospite di “Buongiorno Reggio” per alcune riflessioni su come comportarsi per aiutare i bambini davanti ai drammatici attacchi terroristici di Parigi, per educarli al coraggio e alla speranza, e per discutere dei diritti dell'infanzia, con particolare attenzione ai terribili fenomeni delle mutilazioni genitali e dei matrimoni precoci.

[Video] Guarda il mio intervento integrale
 
A Montecchio Emilia per l'iniziativa
"Spose bambine, bambine NON spose"

 
Il 29 novembre sono stata invitata a Montecchio Emilia per “Spose bambine, bambine NON spose”, iniziativa durante la quale sono state proiettate alcune video-testimonianze ed è stato presentato l’appello contro i matrimoni precoci. Nel mio intervento ho sottolineato l'importanza di educare e formare le famiglie, soprattutto le madri, per prevenire questo fenomeno che riguarda anche bambine che frequentano le nostre scuole, private del diritto all'infanzia ed esposte al rischio della vita stessa.
 
Novellara: in biblioteca l'incontro
“Cyber-bullismo, basta un click!”

 
Il 18 dicembre sono stata ospite, in collegamento via Skype da Roma (perché impegnata in contemporanea alla Camera con le votazioni sulla Legge di Stabilità), dell'incontro “Cyber-bullismo, basta un click!”, una serata di approfondimento sul tema del cyberbullismo e dei pericoli della Rete organizzata dall'associazione Noveteatro nella biblioteca comunale di Novellara, per portare il mio contributo al dibattito su questo fenomeno che purtroppo incide sempre più negativamente sulla crescita serena di tanti giovani ragazzi e ragazze.
 
Ai banchetti del Pd in piazza Fontanesi
a Reggio per "Italia Coraggio"

 
Il 5 dicembre, nell'ambito della mobilitazione nazionale del Partito Democratico "Italia Coraggio", ho partecipato in piazza Fontanesi a Reggio a uno dei 2mila banchetti allestiti dal Pd nelle piazze di tutta Italia per raccontare sul territorio il lavoro che il governo e il Parlamento hanno fatto in questi mesi e continuano a fare ogni giorno. Assieme a me il ministro Graziano Delrio, il segretario provinciale del Pd Andrea Costa, il deputato Paolo Gandolfi, la responsabile nazionale del Pd per welfare e terzo settore Micaela Campana e numerosi militanti. Una bella esperienza di incontro con le persone, di ascolto delle criticità e di proposte per il futuro.
 
A Vezzano sul Crostolo per la serata "Migranti: tra sicurezza e inclusione sociale"
 
Il 23 novembre sono intervenuta al circolo Arci Puccini di Vezzano sul Crostolo per la serata “Migranti: tra sicurezza e inclusione sociale”, un incontro organizzato nell’ambito di ‪#AgendaDemocratica‬, il ciclo di iniziative autunnali dei circoli del Pd di Albinea, Quattro Castella e Vezzano. Insieme a me hanno partecipato alla serata anche la consigliera regionale e vicepresidente dell’assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna Ottavia Soncini e il sindaco di Vezzano Mauro Bigi, che ha condotto l'incontro.
 
A Montecchio per l'inaugurazione di "We Are a Family" nell'ambito del Progetto App
 
Il 20 novembre, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sono stata a Montecchio Emilia per partecipare all’inaugurazione di “We Are a Family” nell’ambito del Progetto App – Spazi di contaminazione educativa, un’esperienza di crescita in un contesto educativo di gruppo rivolta agli adolescenti con problematiche familiari e un’occasione per i genitori per affrontare meglio il loro compito consentendo una relazione più serena con i propri figli.
 
A Casalgrande per la "Notte degli Sport - Cena degli auguri" edizione 2015
 
Il 28 novembre sono stata ospite della "Notte degli Sport 2015 - Cena degli auguri" al bocciodromo di Casalgrande, una serata dedicata alle associazioni e ai gruppi sportivi del territorio casalgrandese, ai loro soci, agli atleti e alle loro famiglie, ai dirigenti e agli accompagnatori a cui hanno partecipato 800 persone - tra adulti e giovani atleti - uniti dal valore dello sport. Durante l'iniziativa sono stata intervistata da Telereggio: il mio intervento, nel quale ho sottolineato l'importanza dello sport e dei suoi valori nel miglioramento delle relazioni tra le persone e nell'accrescimento del livello di civiltà della società, è poi andato in onda durante un servizio della trasmissione Primo Piano.

[Video] Guarda il mio intervento integrale
 
Al Tecnopolo di Reggio per portare il mio contributo all'edizione 2015 di Innòva
 
Il 28 novembre al Tecnopolo di Reggio sono stata tra le relatrici dell’edizione 2015 di Innòva, una giornata di incontri sull’innovazione per discutere e confrontarsi sulle quattro grandi aree tematiche individuate dal team di organizzatori (educazione, cittadinanza, economia e politica), con un intervento su come innovare nell’organizzazione aziendale e generare sviluppo dall'apertura ai cambiamenti.
 
A Guastalla per “Il durante/dopo di noi nel territorio dell’Unione Bassa Reggiana”
 
Il 14 dicembre a Guastalla sono intervenuta al seminario “Il durante/dopo di noi nel territorio dell’Unione Bassa Reggiana” per illustrare nello specifico i contenuti della proposta di legge sul “Dopo di noi”. Cosa sarà dei nostri figli “dopo di noi”? Come dare garanzia di continuità, qualità e adeguatezza negli ambiti più importanti della loro vita? Come progettare assieme il futuro affinché vi sia una reale tutela dei loro interessi e il rispetto delle loro volontà? Da queste e altre domande si è sviluppata un’importante riflessione.
 
Il mio saluto al convegno "insieme per costruire futuri - Insieme per fare da soli"
 
Pur essendo impossibilitata a essere presente fisicamente, perché trattenuta alla Camera per le votazioni sulla Legge di Stabilità, ho inviato un breve messaggio di saluto ai partecipanti del convegno “Insieme per costruire futuri - Insieme per fare da soli” della Fondazione Durante e dopo di noi di Reggio, in programma il 19 dicembre a Reggio.

Le persone con disabilità rappresentano una realtà importante nel nostro paese: sono oltre 3 milioni, e ciò rende evidente la necessità di lavorare per mettere in campo politiche di sostegno e di inserimento lavorativo, che sono necessarie anche alla luce del fatto che solo 1 su 5 lavora. Personalmente sto seguendo la legge sul "Dopo di noi" che è in procinto di essere approvata alla Camera e cerco di fare il possibile perché la sua applicazione sia positiva e rapida.
 
A Puianello per l'inaugurazione
della nuova Casa della Salute

 
Il 21 novembre ho partecipato all’inaugurazione della nuova Casa della salute di Puianello, primo punto di riferimento per l’accesso alle cure primarie: al taglio del nastro erano presenti anche il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il presidente della Provincia di Reggio Giammaria Manghi e i sindaci di Quattro Castella Andrea Tagliavini, di Vezzano sul Crostolo Mauro Bigi e di Albinea Nico Giberti.
 
In marcia a Reggio contro il terrorismo e in solidarietà con il popolo francese
 
Il 15 novembre a Reggio siamo scesi in piazza marciando lungo la via Emilia contro il terrorismo e in solidarietà con il popolo francese dopo i sanguinosi e vili attacchi di Parigi. Ci siamo messi in cammino un'altra volta, a meno di un anno di distanza dai fatti di Charlie Hebdo, con più dolore e più rabbia, ma anche con più determinazione nel difendere la democrazia.
 
A Reggio al 72° anniversario dell’eccidio dei sette fratelli Cervi e di Quarto Camurri
 
Il 28 dicembre al poligono di tiro di Reggio ho partecipato alla commemorazione per il 72° anniversario dell’eccidio dei sette fratelli Cervi e di Quarto Camurri, per non dimenticare quel sacrificio e il dolore che hanno consentito di difendere la democrazia in anni bui per l'Italia. Infine l'omaggio sul luogo dell’eccidio e la deposizione di 7 rose rosse davanti al muro della fucilazione.
Alla Camera (Sala della Regina) per il convegno “Minori fuori famiglia"
Il 21 dicembre ho partecipato al convegno “Minori fuori famiglia – Percorsi di tutela a confronto”, organizzato dall’associazione Rete Sociale Aps (impegnata nella promozione della cultura del rispetto del minore e della tutela delle relazioni familiari) nella sala della Regina della Camera dei Deputati e al quale hanno assistito oltre 200 persone. Nel mio intervento ho sottolineato l'urgenza del tema del sostegno alla genitorialità e della prevenzione dell’allontanamento dei minori dalle famiglie di origine. Oltre a me sono intervenuti il senatore e presidente dell’associazione Malan, il sottosegretario alla giustizia Ferri, la deputata di Forza Italia Bergamini, la senatrice M5S Blundo. Dal dibattito è emersa la necessità di rendere effettivo il diritto del minore a crescere e a essere educato nella propria famiglia di origine, privilegiando l’assistenza domiciliare all’allontanamento, che deve rimanere uno strumento di tutela da utilizzare solo qualora il minore sia in pericolo.
Al Nazareno con gli amministratori locali per welfare, diritti, immigrazione
Il 18 dicembre i dipartimenti welfare, enti locali e formazione della segreteria del Partito Democratico hanno incontrato al Nazareno (nella sede nazionale del Pd) gli amministratori locali e le associazioni che lavorano ogni giorno sul territorio per scambiarsi pareri e riflessioni sul tema "Welfare, diritti, immigrazione: tra governo e territorio". Durante la giornata sono intervenuta per fare il punto della situazione sulle criticità minorili e sul piano nazionale per l'infanzia che il governo sta mettendo a punto.

[Video] Guarda l'intervento
A Carpi al convegno “Insieme oltre la violenza sulle donne”
Il 28 novembre a Carpi sono intervenuta come relatrice al convegno “Insieme oltre la violenza sulle donne”, organizzato dalla rivista Profilo Donna, per illustrare il mio punto di vista e contribuire al dibattito su come migliorare sempre di più il contrasto a questo odioso fenomeno che ogni anno rovina (o toglie) la vita a centinaia di vittime in tutta Italia.
A Roma una serata speciale contro la pedofilia online
Il 24 novembre al teatro Euclide di Roma ho partecipato a una serata speciale contro la pedofilia online durante la quale è andato in scena "Alice nel paese del web", uno spettacolo teatrale dedicato ai giovani per metterli in guardia rispetto al rischio di cadere nelle trappole di un pedofilo mentre navigano tra chat e social network. A seguire sono intervenuta nel dibattito - al quale hanno assistito molti genitori e insegnanti presenti in sala - per ricordare l'importanza degli aspetti preventivi ed educativi per arrivare a un uso consapevole della rete. Non si vigila infatti mai abbastanza sui pericoli che i preadolescenti possono correre online.
A Bergamo al convegno "Le figure professionali dell'educatore e del pedagogista"
Il 20 novembre sono stata tra le relatrici del convegno di Bergamo “Le figure professionali dell’educatore e del pedagogista. Qualifica, formazione e attività lavorativa nella rete dei servizi alla persona“ per presentare la mia proposta di legge 2656 sulla disciplina di queste due figure professionali. In una fase cruciale per la definizione del futuro delle professioni educative, il convegno ha avuto l’obiettivo di illustrare i contenuti della proposta di legge in discussione alla Camera e di porsi come spazio di confronto per chi, a diverso titolo, rappresenta il mondo delle professioni educative e del lavoro e come luogo di riflessione per i soggetti che nei territori promuovono, organizzano e gestiscono servizi e interventi rivolti alle persone.
A Torino per "Educatori al bivio" con la mia proposta di legge 2656
Il 30 novembre sono stata invitata all'Università di Torino per partecipare a “Educatori al bivio”, un dibattito pubblico sulla mia proposta di legge 2656 per la disciplina delle professioni di educatore e pedagogista. L’appartenenza al paradigma culturale delle scienze umane fa delle professioni educative attività non sempre facilmente riconoscibili: una situazione imputabile anche alla mancanza di un quadro normativo e formativo ben definito, di cui da sempre i servizi alla persona e le Università sentono la mancanza. La mia proposta di legge, in discussione nella VII Commissione della Camera, intende dunque disciplinare proprio queste due professioni e fare chiarezza sui percorsi formativi e gli ambiti di lavoro dell’educatore e del pedagogista.

[Video] Guarda il mio intervento (dal minuto 4.10)

Pavia: il convegno "Figli della crisi"
Il 14 dicembre, non potendo intervenire di persona perché impegnata a Roma con i lavori della Camera, mi sono collegata via Skype con Pavia per partecipare all’incontro “Figli della crisi, tra indigenza economica e povertà educativa: quali possibili risposte?” e illustrare alcune delle azioni che potrebbero essere messe in campo per contrastare in modo sempre più deciso ed efficace tutte le tipologie di povertà oggi esistenti che minacciano soprattutto il futuro delle giovani generazioni.
Bologna: la conferenza del Care Leavers Network Emilia-Romagna
Il 18 dicembre, non potendo intervenire di persona perché impegnata alla Camera per le votazioni in aula, mi sono collegata via Skype da Roma per portare il mio contributo a "L'importante è partecipare", la seconda conferenza regionale del Care Leavers Network dell’Emilia-Romagna organizzata a Bologna nella sede della Regione Emilia-Romagna. Durante l'iniziativa è stato lanciato il progetto di un network nazionale di "care leavers" che sarà patrocinato dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e nel quale il gruppo dell’Emilia-Romagna avrà un ruolo primario.
Alla Camera per le premiazioni dell'Italian Talent Award 2015
Il primo dicembre alla Camera dei deputati sono stata chiamata a premiare i vincitori dell’Italian Talent Award 2015, un premio giornalistico internazionale promosso dall’Italian Talent Association, associazione che mira a valorizzare con le sue iniziative il Made in Italy e le sue eccellenze.
La mia intervista a Radio Radicale sull'allontanamento familiare
Il 22 dicembre sono stata intervistata in diretta su Radio Radicale sul fenomeno dell'allontanamento dei minori dalle famiglie di origine, sulle parole di papa Francesco in materia di giustizia e sul sesto congresso di Nessuno Tocchi Caino.

Ascolta l'audio dell'intervista
Continua la mia collaborazione con l'Huffington Post
Da quest'estate sono tra le firme della sezione blog dell'Huffington Post, il quotidiano online del gruppo L’Espresso: nello spazio che mi è stato messo a disposizione sto pubblicando interventi di approfondimento sui temi del welfare, della famiglia, dei minori, dell’immigrazione e dell’attualità politica. Tutti gli articoli in archivio sono consultabili in qualsiasi momento da questa pagina.

Questo l'elenco degli ultimi articoli pubblicati:

 
 
 
 

Online il mio sito web www.vannaiori.it



 
Cari amici, oltre alla newsletter ho aperto un sito web per rendere conto della mia attività in Parlamento, nel territorio reggiano e in altre realtà italiane. Troverete le mie idee, il calendario della mie attività politiche, i miei contributi parlamentari, i comunicati stampa e gli interventi video. Contestualmente ho chiuso la pagina Facebook, mentre rimarranno aperti il profilo Facebook (per gli scambi quotidiani con gli amici e i follower) e l'account Twitter.
News dalla Camera dei Deputati
Per seguirmi sui social network o per contattarmi via e-mail
www.vannaiori.it
Facebook
Twitter @Vannaio
iori_v@camera.it
Si prega di non rispondere direttamente a questo messaggio perché è stato inviato da un indirizzo non programmato per la ricezione. Scrivere a iori_v@camera.it
Vanna Iori - Deputata del Partito Democratico

II Commissione Giustizia della Camera (segretario)

Commissione bicamerale Infanzia e adolescenza

Referente nazionale del Pd per infanzia e adolescenza
NEWSLETTER PRECEDENTI


Email Marketing Powered by Mailchimp