Copy

Labont Weekly Newsletter

Is this email not displaying correctly?
View it in your browser!
Notiziario Labont n. 369 (6-12 settembre)
Facebook
Website
Twitter
Email

 

 
In memory of Bernard Stiegler

 
On August 5th, Bernard Stiegler, one of the greatest contemporary French philosophers, passed away at the age of 68.
Passionate, radical but never futilely provocative, Stiegler was known throughout the world and will continue to be with us thanks to his endless series of books and lectures.
We are saddened by his loss and we would like to propose again the lectio magistralis he gave in Turin when he received the Derrida prize in 2018.
To the memory of the philosopher who, many years ago, had discussed with Derrida about the phantasmatic power of images.


Highlights


John R. Searle, Maurizio Ferraris, Los engaños del dinero
Edited by A. Condello, Altamarea (2020)


El dinero es uno de los pilares de la sociedad tal y como la conocemos. Todos lo utilizamos cotidianamente sin que su empleo presuponga ningún conocimiento específico en materia económica; y sin embargo, para entender qué es el dinero y cómo funciona es preciso recurrir a la filosofía, más aún cuando las crisis y las transformaciones históricas que estamos viviendo imponen una reflexión profunda sobre su papel en el mundo contemporáneo. En este volumen, que se compone de dos ensayos complementarios, John Searle nos explica la función social del dinero, su naturaleza coercitiva, su capacidad para establecer derechos y vínculos con la misma ineludible perentoriedad que una imposición física; Maurizio Ferraris, en cambio, se remonta a la esencia del dinero, a su función de registro de transacciones propia tanto del bitcoin como de los sestercios romanos. Estas páginas acogen un fascinante diálogo entre dos de los más grandes pensadores contemporáneos que destripa, con las afiladas armas teóricas de la filosofía, un tema tan práctico y concreto como es el dinero.
Webpage



Post-Corona-Studien IV: «Save the Planet» oder doch eher «Rette sich, wer kann»?

Maurizio Ferraris – NZZ (23/08/2020)


Das Virus lebt prächtig auf dem Planeten, ebenso wie Millionen von kleinen und grossen Lebewesen. Nur der Mensch macht sich Sorgen über den Fortbestand der Erde. Warum eigentlich genau?

Es beginnt mit einer Flasche, am Ende dümpelt im Pazifik eine Plastikinsel. Doch ist es so unnatürlich, wenn die Reste von uralten Lebewesen zurück an die Oberfläche gespült werden?  [Lesen Sie weiter]


W. Gephart (ed.), In the Realm of Corona Normativities
Frankfurt am Main: Klostermann (2020)


Corona Normativities provides a series of snapshots of the pandemic experience. As this phenomenon is global in nature, the contributors come from all over the world. Fellows, both past and present, and researchers from various disciplines, are associated with the Käte Hamburger Center “Law as Culture”. They share the conviction that the normative dimension of social life plays a special role in the pandemic experience: just as in archaic societies the observance of rules of purity were seen as a means of attaining salvation, the observance of hygiene rules has become the decisive means of healing the world from the evil of Covid-19. The constitution of this normative regimen and this belief in regulation in a state of emergency is of specific interest as a particular type of a pandemic validity culture.


With contibutions by Tiziana Andina, Petar Bojanić, Angela Condello, Maurizio Ferraris and Enrico Terrone.
Webpage


In the Realm of Corona Normativities
Portal universitaire du droit

Présentation de l'éditeur: Wie ein kulturwissenschaftlicher Blick auf die uns alle bewegende pandemische Krise im Lichte des Law-as-Culture-Paradigms aussehen kann, zeigt dieser Band. Die Vielfalt der am Käte Hamburger Kolleg "Recht als Kultur" geübten Fachdisziplinen sowie die Internationalität ihrer Fellows, Mitstreiterinnen und Mitstreiter trägt dazu bei, die im Kolleg entwickelte Norm- und Rechtsanalyse auf Phänomene zu richten, die uns zugleich ein einzigartiges Laboratorium zur "condition humaine" bescheren. [Lesen Sie weiter]



 

This week




Rigenerazioni. Il tempo delle donne

Milano, 6-26 settembre

Settima edizione per Il Tempo delle Donne, che dal 6 al 26 settembre con un innovativo evento digilive (cioè, in parte dal vivo, in parte online) sul tema “Rigenerazioni” coinvolgerà le lettrici e i lettori attraverso un ricco palinsesto di eventi, appunto in parte online su corriere.it e sui canali social del quotidiano, e live, in Triennale Milano nelle giornate dell’11, 12 e 13 settembre. Un grande evento con la collaborazione di iO Donna, Fondazione Corriere della Sera e Valore D, per “rigenerarsi” tra approfondimenti e leggerezza, interviste, inchieste-live, musica, workshop, webinar e tanti format sorprendenti.

Domenica 13 settembre, h 17, Triennale di Milano - Teatro dell'Arte: Virus, maestro di strategie. Che cosa possono imparare le donne da Sars-Cov2
Intervengono: Maurizio Ferraris (filosofo, ordinario di Filosofia teoretica all’Università degli Studi di Torino), Marta Giovanetti (virologa, Fondazione Oswaldo Cruz, Rio de Janeiro), Orietta Massidda (microbiologa dell’Università di Trento, esperta in batteri).
Corpo a doppiaelica, performance di e con Chiara Frigo, coreografa, microbiologa e performer.
A cura di Valeria Palumbo.
Programma




Festival della Comunicazione 2020: Socialità

Camogli, 10-13 settembre

La socialità è quella speciale inclinazione ad intessere legami, sulla base di affinità di sentimento e solidarietà tra pari oppure ispirata da bisogno, interesse o esigenze di difesa in situazioni di conflitto. È la materia viva e pulsante delle nostre società, ciò che rende possibile l’insieme dei rapporti interpersonali che le fonda e la coscienza di questi rapporti, coi doveri sociali che ne derivano, definiti da regole comunicative, senso etico, sistemi di valori, mode ed etichette, leggi, istituzioni e dinamiche di potere. L’innata disposizione a capire il prossimo, a coglierne le diversità e a cooperare ad di là dei legami familiari fu decisiva per l’uomo per imporre la supremazia della sua specie nella competizione evolutiva, vincendo la fragilità, la lentezza e la sua intrinseca debolezza come singolo. Di più: ha portato l’uomo a dare al mondo la forma che conosciamo e a definire il modo di interpretarlo.

Giovedì 10 settembre, h 22:30, Piazza Colombo: Accordi di settima?! In ricordo di Paolo Fabbri
Intervengono: Gianni Coscia, Roberto Cotroneo, Riccardo Fedriga, Maurizio Ferraris, Marco Santambrogio, Danco Singer con Simonetta Fabbri

Sabato 12 settembre, 10:30, Terrazza Miramare: EUCONOMIA: per un’educazione finanziaria documediale ed ecologica
Intervengono: Maurizio Ferraris, Silvia Di Pietro, Paola Orecchia

Sabato 12 settembre, 18:30, Barcollo: Documanità. La filosofia del mondo nuovo
Aperitivo con l'autore Maurizio Ferraris
Ospiti
Programma



Fiorello, Bisio&C. al Festival Comunicazione

Angelo Molica Franco - Il Fatto Quotidiano (18/08/2020)


Non è un caso che l'edizione del venturo Festival della Comunicazione (Camogli, 10-13 settembre) sia la numero sette: un'edizione che - con passione e impeto - avverrà in presenza e dal vivo (e dunque sfruttando i luoghi all'aperto e con ognuna delle nuove precauzioni che abbiamo imparato a mettere in atto). Il sette, si diceva, è azzeccato e non casuale: per Fibonacci era il numero dell'equilibrio e della totalità, Platone lo definiva anima mundi, per gli antichi egizi simboleggiava la vita. Si comprende, allora, come sia necessaria una kermesse di incontri sul tornare a communicare (mettere in comune). [Continua a leggere]



 

Forthcoming



Conference Announcement. Transgenerationality. Why future generations matter.

Turin, December 2020
University of Turin, Via Sant'Ottavio 20


Why should I care about future generations – what have they ever done for me?” 
(Groucho Marx)

The goal of this conference is to reflect on the diachronic structure of society. This is equivalent to say that the focus of the event will be on the transgenerational structure of society and, at the same time, on the ethical, moral and political consequences that transgenerationality, whether preserved or denied, brings with it. 

Organised by: Tiziana Andina, Maurizio Balistrieri, Fausto Corvino, Francesco Camboni
Program: TBA



Giornata di Studi UID. Disegno: Distanze, Linguaggi, Tecnologie

Padova, 18 settembre


L’Unione Italiana del Disegno (U.I.D.) è una associazione scientifica e culturale senza fini di lucro, che si propone di sviluppare, promuovere, coordinare l’attività della ricerca scientifica nel settore del Disegno  08/E1 (ex ICAR 17) e di promuovere il coordinamento e lo sviluppo dell’attività didattica delle discipline del Disegno, sulla scorta delle innovazioni scientifiche anche attraverso apporti  pluridisciplinari.

Ore 9,30 Disegno: linguaggi, distanze, tecnologie
Introduce il tema Maurizio Ferraris 
Interventi di Agostino De Rosa e José Marìa Gentil Baldrich
Webpage



Festivalfilosofia 2020. Macchine

Modena, Carpi, Sassuolo, 18-20 settembre

Il festivalfilosofia 2020 è dedicato al tema "Macchine". La 20°edizione del festival prevede lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, giochi per bambini e cene filosofiche.

Il festival è promosso dal "Consorzio per il festivalfilosofia", di cui sono soci i Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo, la Fondazione Collegio San Carlo di Modena, la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e la Fondazione di Modena.

Sabato 19 settembre 2020, ore 10:00
Maurizio Ferraris, Anima e automa
Dall’incontro tra la crescita di documentalità istitutiva della realtà sociale e le procedure di medialità tipiche del web, come cambiano i confini tra materiale, reale e digitale?
Webpage

 

 

Publications


Emilio Carlo Corriero, Ian Hamilton Grant (Eds.), Rethinking Schelling. Nature, Myth, Realism
Rivista di Estetica n.s. N. 74, 2020, anno LX


The international debate around realism, revitalized today by the emerging “new realism”, meaningfully interweaves with a renewed interest in Schelling’s philosophical positions, an author who, right in the midst of the philosophical project of German Idealism, forcefully insinuated the natural-realistic objection introducing a breach within the modern rationalism. On the one hand, philosophy of nature represents a line of continuity along which the whole Schelling’s philosophical journey develops in its various phases; on the other hand, the relevance of Schelling’s philosophy of nature to the contemporary debates cannot be properly understood but in the wider context of that entire journey.

This issue of “Rivista di Estetica” has two main aims: examining how and to which extent the contemporary international debate on New Realism brought to the forefront Schelling’s Naturphilosophie; and exploring the value of Schelling’s Naturphilosophie as a theoretical resource for several fields of research such as the contemporary philosophy of nature and the ontology of powers, the concept of identity and the mind-body problem, the speculative realism and the metaphysical issue of the ground.

Index
Carlo Emilio Corriero, Introduction. Schelling Again
Massimo Cacciari, Schelling’s Dante
Iain Hamilton Grant, “All the principles of being and becoming”
Emilio Carlo Corriero, Beyond the process after Schelling. Freedom and creativity
Maurizio Ferraris, Hysteresis – Metaphysics of the web
Matteo D’Alfonso, The consciousness of the real and the reality of consciousness
Luca Illetterati, Andrea Gambarotto, The realism of purposes: Schelling and Hegel on Kant’s critique of teleological judgment
Elena Casetta, Performation vs. epigenesis: Inspiration and haunting within and outside contemporary philosophy of biology
Francesca Michelini, The paradox of the living: Jonas and Schelling on the organism’s autonomy
Germana Pareti, Entanglement, agency, and phenomena. Quantum physics and philosophy after Schelling
Jason M. Wirth, Who is Schelling’s Bruno?
Federico Vercellone, Goethe, Schelling, and the melancholy of nature
Varia
Mario-Teodoro Ramirez, Aesthetical ontology, ontological aesthetics: Rethinking art and beauty through speculative realism
Webpage


Vera Tripodi, Etica delle tecniche. Una filosofia per progettare il futuro
Mondadori (2020)


Le vetture a guida autonoma o i dispositivi digitali (come gli smartwatch) che registrano la pressione arteriosa e il battito cardiaco pongono dilemmi morali? Che impatto hanno le tecnologie dell’informazione e i big data sulla nostra privacy? La tecnologia prenderà davvero il sopravvento sull’umanità? Quali sarebbero i presunti mali della tecnica e in cosa consisterebbe la sua “strapotenza”? Nel rispondere a queste e ad altre domande, l’autrice intende offrire – prendendo in esame alcuni casi di studio tratti dall’etica dell’ingegneria – un’analisi delle principali questioni filosofiche legate alla progettazione dell’ambiente o della natura umana e di robot in grado di svolgere attività specificatamente umane. Lo scopo del volume è mostrare il prezioso contributo che la filosofia può dare a inquadrare le questioni etiche che l’innovazione e la progettazione tecnologica sollevano.
Webpage
Günter Figal, Ando—Space Architecture Modernity
Modo (2020)
 
The fact that discussions of architecture are largely unchartered territory in philosophy leads the phenomenological and hermeneutical philosopher Günter Figal onto its unexplored paths. After previously surveying the work of Frank Lloyd Wright and Peter Zumthor, Figal turns his attention to Tadao Ando’s buildings in this book. Figal’s philosophical considerations include reflections on space, modernity, but also—in light of the fact that many of Ando’s buildings are museums or house works of art—on art. Figal explores Ando’s buildings—simple and reduced in their sparing use of only a few materials—as manifestations of the architect’s sense for what is possible. Ando’s buildings determine and change their locations; through their passageways, staircases, and transitional areas, they influence how visitors behave in them, and also communicate a sense of tradition without being traditional. Figal’s book steps away from the beaten track of architectural discourse.
Webpage

Gianmaria Ajani (Ed.), Contemporary Artificial Art and the Law. Searching for an Author
Brill (2020)


The advent of Artificial Intelligence (AI) as an “autonomous author” urges the law to rethink authorship, originality, creativity. AI-generated artworks are in search of an author because current copyright laws offer as a solution only public domain or fragile regulatory mechanisms. During the 20th century, visual artists have been posing persistent challenges to the law world: Conceptual Art favored legal mechanisms alternative to copyright law. The case of AI-art is, however, different: for the first time the artworld is discovering the perspective of an art without human authors. Rather than preserving the status quo in the law world, policymakers should consider a reformative conception of AI in copyright law and take inspiration from innovative theories in the field of robot law, where new frames for a legal personhood of artificial agents are proposed. This would have a spill-over effect also on copyright regulations.
Webpage

Edoardo Fregonese, Caterina Quaglio, Elena Todella, SIN|TESI. Disegnare l'azione: metodi e strumenti
Pearson (2020)

SIN|TESI è il risultato di un’esperienza didattica rivolta a studenti di laurea magistrale in progettazione architettonica e urbana, che si colloca, cronologicamente e logicamente, a cavallo tra l’ultimo laboratorio di progetto e la stesura delle tesi. Il lavoro, che sorge nell’ambito del Seminario di Sintesi del Politecnico di Torino, è strutturato in una serie di incontri in cui i lavori dei tesisti sono revisionati e discussi collettivamente. Il seminario si fa carico e promuove un approccio interdisciplinare, accompagnando la progettazione a contributi tratti dalla filosofia, dall’ontologia sociale, dalla storia dell’architettura e dalla teoria del progetto architettonico.
Webpage



 

Labont Teachings (a.y. 2020-21)


Che cos'è la filosofia?
Titolari del corso: Prof. Maurizio Ferraris, Prof. Tiziana Andina

L’insegnamento si inserisce nel generale obiettivo del corso di studio di fornire le nozioni di base della filosofia teoretica. Attraverso la presentazione di 12 concetti fondamentali della filosofia, l’insegnamento si propone di fornire allo studente gli strumenti concettuali e culturali per comprendere le nozioni di base della filosofia teoretica.
Webpage

Filosofia teoretica I
Titolare del corso: Prof. Tiziana Andina

L'insegnamento è rivolto a tutti gli studenti della laurea triennale. Esso si pone come obiettivo l'acquisizione e la capacità di rielaborazione dei temi affrontati nel corso. Il docente lavorerà soprattutto a rafforzare le capacità di comprensione, ragionamento, contestualizzazione e rielaborazione dei concetti e delle nozioni filosofiche da parte delle studentesse e degli studenti.
Webpage

Filosofia del linguaggio
Titolare del corso: Prof. Carola Barbero

I temi e gli argomenti trattati, insieme alle competenze e le abilità che si intendono formare, sono necessari ad acquisire le conoscenze di base di filosofia del linguaggio. In particolare l’insegnamento affronterà temi e autori della filosofia del linguaggio di matrice analitica da Frege ai giorni nostri. La docente darà particolare rilievo alla capacità di comprensione, ragionamento, contestualizzazione e analisi dello studente.
Webpage

I linguaggi della letteratura
Titolare del corso: Prof. Carola Barbero

Quale valore di verità hanno gli enunciati che troviamo nei romanzi? Che differenza c’è tra uno scritto qualsiasi e un’opera letteraria? La letteratura deve comunicare valori morali? Possiamo imparare dai testi letterari? Queste sono alcune delle domande alle quali il corso si propone di dare una risposta. A partire da una serrata analisi dei principi e degli assunti che sono a fondamento delle opere letterarie, il corso offrirà analisi e spunti di discussione sulla letteratura e sulle questioni a essa correlate.
Webpage
Filosofia della natura
Titolare del corso: Prof. Elena Casetta

Il corso è un’introduzione alla filosofia della biologia contemporanea. Si affronteranno i dibattiti relativi alla teoria dell’evoluzione biologica e culturale; la natura delle specie, degli organismi e degli individui biologici; le nozioni di sesso e genere; la rivoluzione biotecnologica e la crisi della biodiversità.
Webpage
Classici della filosofia I
Titolare del corso: Prof. Gabriele Gava

Il corso è dedicato alla lettura della Critica della ragion pura. Durante le lezioni verranno analizzati e commentati attentamente passaggi centrali dell'opera. Scopo del corso sarà quello di chiarire la funzione che Kant prevedeva per la Critica all'interno del suo sistema. La discussione permetterà di approfondire temi centrali della filosofia kantiana, con particolare attenzione all'epistemologia, alla filosofia della mente e alla metafisica. Verrà inoltre tematizzato come Kant affronta il problema della relazione tra la parte teoretica e la parte pratica della metafisica all'interno della Critica.
Webpage
Filosofia teoretica
Titolare del cordo: Prof. Gabriele Gava

L'insegnamento si propone di fornire un'introduzione al dibattito attorno all'etica della credenza. Oltre a chiarirne i concetti chiave, l'insegnamento mostrerà agli studenti come orientarsi all'interno di un dibattito filosofico.
Webpage
Philosophy of Biology
Titolare del corso: Prof. Elena Casetta

This course explores how Darwin's theory of evolution became a new paradigm with implications not only for biology but also for culture, religion, and the very idea of human nature.
Webpage

Ambiente ed etica
Titolari del corso: Prof. Elena Casetta e Prof.Carlo Emilio Corriero

La pandemia COVID-19 ha reso ancor più evidente l’urgenza e la drammaticità della cosiddetta “crisi ambientale”, ossia l’impatto della nostra specie sulla biosfera – in riferimento al quale spesso si utilizza il termine “Antropocene”. Infatti, se da un lato la diffusione del virus è stata agevolata dall’urbanizzazione e dalla globalizzazione che caratterizzano la società attuale, dall’altro il “lockdown” su scala globale ha dato un attimo di respiro al mondo naturale, rivelando così, in concreto, la portata dell’impatto umano su di esso. Questo corso, tenuto congiuntamente da una filosofa della natura e un filosofo morale, esplora sia gli aspetti teorici della nostra relazione con l’ambiente (pressioni selettive, costruzione di nicchia, rottura degli equilibri ecologici, la distinzione naturale / artificiale e il ruolo della tecnica) sia i suoi aspetti etici (responsabilità, giustizia, diritti).
Webpage
Social Ontology
Course leader: Prof. Maurizio Ferraris

The course is intended for all students at the Laurea Magistrale level. The aim is for the student to acquire knowledge of the topics and themes discussed in class. The instructor's focus will be on the following skills: understanding, reasoning, contextualizing, and processing.
Webpage

Western Philosophy of Art
Course leader: Prof. Tiziana Andina

The themes and subjects tackled, as well as the skills and abilities that should be acquired, are an essential component of the distinctive contents necessary to the learning process, which is aimed to offer specific training in the field of theoretical philosophy, ontology, and philosophy of art. In particular, the course will consolidate skills in and sharpen understanding of the ontology of contemporary art, alongside the capacity to apply this knowledge to case studies offered by contemporary art. Special focus on the interdisciplinary teaching methodology, to wit the relations between philosophy and art.
Webpage

Philosophy of Literature
Course leader: Prof. Carola Barbero

Subjects and topics of this course, together with tasks and skills that will be acquired, are necessary to get advanced knowledge of the philosophy of literature in the analytic tradition. The course aims also to teach how to identify and evaluate arguments presented in the debates concerning the cognitive, moral and aesthetic value of literature.
Webpage

History of Ideas. Chinese-Western Comparative Philosophy: Selected Topics
Course leader: Prof. Ouyang Xiao

The course introduces several hot topics in the current debates in Chinese-Western Comparative Philosophical studies, including the issues of self, human personhood, life and death, artistic beauty, everyday aesthetics, political meritocracy, populism, etc. Students will be encouraged to engage in critical thinking from a cross-cultural comparative perspective, and they will be guided through core arguments and ideas related to the aforementioned topics.
Webpage



 

Labont Informs




Negazionisti e messianici, così il virus mette a nudo la natura umana
Maurizio Ferraris - La Repubblica (17/08/2020)


Chi considera il Covid uno strumento di dominio e chi crede sia una emergenza che minaccia l'umanità. Due visioni contrapposte che riflettono anche due filosofie della storia.
Come sappiamo, sul Virus ci sono due visioni contrapposte, che riflettono due diverse concezioni del mondo e, soprattutto, anche se non ci riflettiamo, due filosofie della storia. La prima vorrebbe che l’umanità va verso il peggio, ed è quella abbracciata esplicitamente dai negazionisti: il Virus è un nuovo strumento di dominio, dopo il Web e il Kapitale, per imporre uno stato di eccezione e abolire le libertà fondamentali. [Continua a leggere]


Abbiamo perso conoscenza? Il futuro della didattica
Rai Radio3 (19/08/2020)


All'indomani dell'atteso discorso di Mario Draghi al meeting di Rimini che ha puntato sull'importanza dell'investimento in istruzione e formazione dei giovani in situazioni di emergenza come quella causata dalla pandemia, si riapre il dibattito su come scuola e università usciranno trasformate - in meglio o in peggio - dall'esperienza della didattica a distanza. Oggi la ministra Azzolina incontrerà il Comitato Tecnico Scientifico per concordare le linee guida definitive per la riapertura delle scuole e a seguire i presidi: mascherine obbligatorie sì o no, distanziamento minimo di un metro là dove possibile con eventuali deroghe nelle prime settimane di lezioni, rinnovo della DAD in caso di classe o insegnanti in quarantena. Che lezioni saranno? E soprattutto, come chiedeva stamattina Carlo da Napoli: quanta conoscenza si è persa in questi mesi tra scuole e università?

Intervengono: Cristina Costarelli (dirigente scolastica del liceo scientifico Newton di Roma), Sergio Govi (redattore di TuttoScuola), Gino Roncaglia (insegnante di Editoria digitale e informatica umanistica presso l'Università della Tuscia), Ivano Dionigi (presidente di Almalaurea, latinista e già rettore dell'Alma Mater Studiorum), Maurizio Ferraris (filosofo teoretico), Elisa Grimaldi (insegnante di sostegno in un liceo).
Podcast




A Nizza Monferrato, a perdita d’occhio fra Greci e vampiri

Maurizio Ferraris - Alias (23/08/2020)
 
Speciale "Villeggiature d'antan". Trascorsi letterari di un luogo affettivo: il Monferrato rivendica, nei suoi vessilli, lontane parentele con Bisanzio, e proprio su queste colline Umberto Eco fa chiudere «Il Pendolo di Foucault» Che cosa fa di un luogo un luogo letterario? Il fatto di comparire tante volte in racconti di finzione (New York, Parigi, Vienna, San Pietroburgo…); il fatto di esistere solo in racconti di finzione (Utopia, Paperopoli, Tlön, Uqbar, Orbis Tertius…); il fatto di avere una esistenza bicipite, un po’ nella realtà un po’ nella finzione (Cabourg/Balbec, Illiers/Combray…); il fatto, infine, di essere collegato per uno o più fili alla letteratura, in modo a volte insospettabile perché appartiene a una storia minore, che mai avremmo immaginato poter approdare, sia pure di sfuggita, a una raccolta di luoghi letterari [Continua a leggere]

A filosofia do século XX está falida; é preciso uma paideia contemporânea. Entrevista especial com Rossano Pecoraro

Patricia Fachin - Instituto Humanitas Unisinos (1/09/2020)


IHU On-Line - A filosofia ainda não superou a crise de identidade pela qual passou no século XIX? Por quê?

RP: Não é simples identificar com exatidão os períodos de crise, a sua intensidade e os seus motivos. [...] Quanto à sua pergunta sobre a crise de identidade da filosofia, creio que ela deva ser referida a uma determinada época, a um determinado contexto histórico e temático, isto é, à cultura e ao pensamento da segunda metade do século passado, grosso modo, do início dos anos 60 até o final dos anos 90. Depois disso, nem é mais possível falar em crise. Sei que o que estou para dizer pode soar polêmico e provocativo. Mas talvez esteja na hora de abandonar, entre outros hábitos intelectuais, o filosoficamente correto, e dialogar mais, com mais intensidade. Então: a filosofia do tempo presente, a filosofia da nossa atualidade está prestes a implodir (para usar um termo de Maurizio Ferraris no livro Manifesto del Nuovo Realismo) [Sigue leyendo]
La urgente reivindicación de la verdad
Jorge Torres - Julio Astillero (3/08/2020)

La verdad no ha muerto, pero está bajo ataque. Desde la trinchera de la teoría se ha vulnerado su valor y desde los discursos de la política se ha tergiversado su significado. El resultado es una conversación pública inmersa en la manipulación que ha producido un concepto que tiene sus raíces en el siglo pasado: la posverdad. [...] Para el filósofo italiano Maurizio Ferraris, la posverdad es el síntoma de una revolución social y antropológica, moldeada por la evolución de la tecnología que ha habilitado a millones de individuos para expresar sus opiniones en las redes sociales convencidos de tener la razón. [Sigue leyendo]

Dialoghi di Estetica | Rubrica di filosofia e arte

Proseguono su Artribune i Dialoghi di Estetica a cura di Davide Dal Sasso. Nel seguito gli ultimi due dialoghi pubblicati:

Parola a Sophie Ko
Il dialogo propone una ricognizione su alcuni dei principali temi che animano la ricerca artistica di Sophie Ko: le reazioni e le trasformazioni dei materiali, il rapporto con il tempo, la riconquista della forma e le tensioni che la alimentano. [Continua a leggere]

Parola a Maurizio Cilli
Il dialogo affronta alcuni aspetti della pratica artistica di Cilli alla luce dei seguenti temi: l’interesse per la variabilità e le relazioni umane, la riuscita dell’opera, il ruolo delle regole e le possibilità narrative. [Continua a leggere]

 

 



Calls


Journals

  NEW!   Bollettino Filosofico
Decostruzione e psicoanalisi. A partire da Derrida

Deadline: 30 Aprile 2021

Nel quadro multiforme e frastagliato della seconda metà del XX secolo, in cui quasi tutti i campi del sapere hanno sperimentato fecondità e derive della contaminazione tra ambiti disciplinari, procedure metodologiche e oggetti di indagine, ha avuto particolare risonanza il paradigma derridiano della “decostruzione”. Già dal primo apparire delle opere del filosofo, movimenti tellurici di piccola o grande intensità hanno scosso la consolidata rigidità di discipline come l'antropologia, la linguistica, la critica letteraria, la storia della filosofia: le letture di Derrida, infatti, miravano a localizzare la genesi dei concetti che sostenevano i vari saperi e provavano a mostrare come l'intera architettura di tali concetti fosse meno solida o fondata di quanto la tradizione aveva creduto. Il progetto fenomenologico di Husserl, come pure il ripensamento della questione dell’essere e del suo oblio e, insieme, l'oltrepassamento (Überwindung) della metafisica teorizzato da Heidegger costituiscono il terreno su cui germinerà quella che presto verrà chiamata “decostruzione”, termine che, tra l'altro, verrà coniato proprio in riferimento alla Destruktion heideggeriana seppure con l'intento di destabilizzare le strutture concettuali della tradizione onto-teologica invece che mirare al recupero di un senso originario e obliato dell’essere. Lentamente, ma inesorabilmente, cominciavano ad apparire cedimenti categoriali, crepe testuali, scissure che intaccavano la storia della metafisica, le teorie linguistiche, ma anche la biologia o l’architettura: saperi messi alla prova nei loro fondamenti epistemologici e interrogati da prospettive oblique. Il terreno della psicoanalisi che, nello stesso volgere di anni, proprio in Francia stava vivendo il “ritorno a Freud” ipotizzato da Jacques Lacan, diverrà subito un luogo di confronto non privo di polemiche che ancora oggi, a più di cinquant'anni dal loro primo farsi strada, alimentano dibattiti e percorsi teorici. “Decostruzione” e psicoanalisi, dunque, possono essere considerati come i poli di un arco voltaico che continua a generare domande sulla costituzione del soggetto, sulla sua relazione con il mondo, su quanto viene considerato reale e sulle temporalità in cui si dispiega la coalescenza del legame sociale. Sopite le arroventate dispute e venute meno le passioni del momento che hanno visto contrapporsi Derrida e Lacan, si tratterà anzitutto di riattraversare i termini di questioni che, in ogni caso, non hanno perso il carattere di urgenza sia nell'ambito filosofico, sia in quello psicoanalitico; nel riconoscere a ciascuno degli ambiti la specificità di percorsi, occorrerà quindi, rilanciare domande che scaturiscono (o forse confluiscono) dalla più ampia questione del senso e del destino non solo di discipline e saperi ma, soprattutto, di chi se ne fa portavoce e agonista.
Il “Bollettino Filosofico” indica alcuni possibili temi:

  • il dibattito tra decostruzione e psicoanalisi
  • gli statuti del soggetto alla prova di decostruzione e psicoanalisi
  • storia del paradigma decostruzionista
  • fenomenologia e decostruzione
  • psicoanalisi della decostruzione e decostruzione della psicoanalisi
  • i nuovi linguaggi del sapere a partire dalla decostruzione
  • ermeneutica e decostruzione
  • la psicoanalisi e le sfide epistemologiche

I contributi saranno sottoposti alla procedura del double blind peer review.
Webpage


ARGUMENTA
General Call for Papers

Argumenta has now a new Editorial Board. You can check it here.

The Editorial Board of Argumenta invites scholars in the disciplines listed below to submit a paper, according to the rules of the Journal listed in this page. In order to submit a paper, please click on the “Submit your paper” button on the Home page of the journal. Papers will be double-blind refereed and, if accepted, published in the first available issue. Here is the list of disciplines within which the journal will consider submissions:

  • Aesthetics
  • Epistemology
  • Ethics
  • History of Analytic Philosophy
  • Metaphysics
  • Ontology
  • Philosophical Logic
  • Philosophy of Action
  • Philosophy of Language
  • Philosophy of Law
  • Philosophy of Mathematics
  • Philosophy of Mind
  • Political Philosophy

Argumenta is the official journal of the Italian Society for Analytic Philosophy (SIFA). It is published in English twice a year only in electronic version, and has already benefitted from the cooperation of some of the most distinguished Italian and non-Italian scholars in all areas of analytic philosophy.

All the contributions will undergo a standard double-blind refereeing procedure.
Webpage


RIVISTA DI ESTETICA

Rethinking Through Art: East and West
Deadline for submission: 30 December 2020

Advisory Editors: Xiao Ouyang (Wuhan University, China), Tiziana Andina, (Università di Torino, Italy)
Mail to: ouyang.xiao@whu.edu.cn and rivista.estetica@gmail.com

Description

Over the centuries, art has been a prominent form of cultural exchange between the East and the West. This role has become even more prominent in the last three hundred years. Western painting and music introduced by European missionaries shaped the tastes of the Chine
se imperial courts since the 17 th century. The “Chinoiserie” style inspired by Chinese aesthetics contributed a great deal to the dynamics of the 18 th -century European art-world. Japanese Ukiyo-e – the art of the “floating world” – was believed to have a significant impact on the Impressionists. It becomes evident that contemporary artists from the East and the West have formed a collaborative community of creativity. While more and more art historians are shifting part of their research interest to the Eastern art traditions, looking into them in their own right, or investigating art history in a greater trans-cultural context, many philosophers of art still remain relatively reluctant to either philosophize about art from a cross-cultural perspective, or try to conceptualize its central issues by drawing on diverse cultural experiences and studies of the non-Western histories of art. In the last several decades, the field of philosophy of art and aesthetics in the West has seen many great theoretical achievements, which enable us to think about and create art in a profoundly meaningful way, bringing art more than ever closer to “pure” philosophy. But, when we look closely at these influential philosophical inquiries into art, we find they are, by and large, exclusively inspired and dominated by the European art tradition and engages research materials from very specific origins, often shunning potential challenges from non-Western art as well as the historical facts of artistic interaction and the on-going confluence of artistic practice in our age. This issue aims to reopen a ground for rethinking some fundamental philosophical
questions about art within a cross-cultural context. We encourage reflection on any important topic in the philosophy of art on the basis of Eastern-Western comparison or synthesis. We especially prefer submissions addressing the following issues: the definition of art, ontology of art, art and creativity, art and self-cultivation. Articles must be written in English and should not exceed 40.000 characters, notes and blank-spaces included.


The Journal for the Philosophy of Language, Mind and the Arts - Issue 3/2021
Image/images. A debate between philosophy and visual studies
Submission deadline: January 30th, 2021

Advisory editors: Alessandro Cavazzana, Francesco Ragazzi

Description:
As we are frequently told, we live in the age of images and the possibility of their endless manipulation. Yet, when we talk about images, we refer to a set of objects – assuming that we can actually define images as objects – of which it seems difficult to identify a common denominator. What kind of things are we talking about? Paintings or drawings? Mental images? Photographs or digital files? Billboard advertising? And can this multitude be the subject matter of a single discipline? Starting from the past century, at least two main approaches have emerged in the study of the complex phenomenon of images.
On the one hand, in particular within the context of analytic philosophy, images have been studied as single entities in relationship with both a referent and the perceptual or interpretive abilities of an observer. Starting from the reactions to the illusionistic theory of depiction commonly attributed to Ernst Gombrich, scholars have faced ontological and epistemological problems, that have generated passionate and long-lasting debates. What is an image? What is the difference between images and other symbolic communication systems? By means of what does an image represent something? How do images work? And again, how does a viewer perceive a picture? What role, if any, does imagination play in perceiving an image and what kind of imagination is involved?
On the other hand, thanks in particular to the iconographic tradition inaugurated by Aby Warburg, images have been analyzed in their multiplicity, in their mutual relationship, both synchronically and diachronically. Hence, scholars have taken into account the problem of anachronism. How are meanings conveyed and transformed through images and their reproduction? How can images from the past be interpreted? How can an art historian – if she can – leave the mental habit of her own time to penetrate that of another age?
This issue aims at comparing the two disciplinary approaches briefly outlined – i.e., the analytic tradition and the so-called visual culture studies – also considering those technological and cultural innovations that in contemporary times have had an effect on images too. Indeed, one cannot fail to see that images, in particular in the Web, are spread and manipulated in specific ways. Moreover, images increasingly replace the verbal language as a key tool for conveying meanings. To what extent is it possible to compare images to language? How can the elliptical nature of images suggest a diegetic development to the viewer? In short, how do images tell us a story? Finally, the huge number of images produced every day, perhaps requires new analysis methods to better understand this phenomenon. What can studies based on big data analysis tell us about images? What new perspectives can be opened up by computational approaches to visual studies
 
Articles must be written in English and should not exceed 6.500 words.  The instructions for authors can be consulted in the journal’s website.
Submissions must be suitable for blind review. Each submission should also include a brief abstract of no more than 250 words and five keywords for indexing purposes. Notification of intent to submit, including both a title and a brief summary of the content, will be greatly appreciated, as it will assist with the coordination and planning of the issue. For any query, use please the following addresses: Alessandro Cavazzana (alessandro.cavazzana@unive.it), Francesco Ragazzi (ragazzi.fr@gmail.com)
Share Share
Tweet Tweet
Forward Forward

LABONT PRESIDENT

Maurizio Ferraris
Full professor
University of Turin
Download the CV here

LABONT DIRECTOR

Tiziana Andina
Full professor
University of Turin
Download the CV here

Rivista di Estetica 

Indexed by SCOPUSISIRevues.orgThe Philosopher’s IndexRépertoire bibliographique de la philosophie, ERIH, Articoli italiani di periodici accademici (AIDA), Catalogo italiano dei periodici (ACNP), Google Scholar.

Open access: 
http://estetica.revues.org/263

Aesthetics and Contemporary Art

Bloomsbury Academics
Series Editor(s)
: Prof. David Carrier, Prof. Tiziana Andina.

Webpage

Brill Research Perspectives in Art and Law

Editors-in-Chief: Prof. Gianmaria Ajani (University of Turin), Prof. Tiziana Andina (University of Turin),  Prof. Werner Gephart (University of Bonn).

Webpage

Partner Institutions


Collegio Carlo Alberto
Website

The Käte Hamburger Center for Advanced Study in the Humanities “Law as Culture”
Website

FMSH, Fondation Maison des Sciences de l'Homme
Website

NCOR: National Center for Ontological Research
Website

Fondazione italiana del notariato
Website
 

Sponsor 2020


Compagnia di San Paolo
Website

Festival Mediterraneo della Laicità
Website

Fondazione CRT
Website

ICCD - Istituto centrale per il catalogo e la documentazione
Website

"Notiziario Labont" is compiled by Francesco Camboni and Erica Onnis.

Copyright © *Labont*, All rights reserved.







This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
University of Turin · Via Sant'Ottavio, 20, Torino, TO, Italia · Torino, To 10146 · Italy