Copy
Vita e Pensiero newsletter: settembre 2014
Guarda questa mail nel browser
Mercoledì 22 ottobre si inaugura in Università Cattolica il convegno di tre giorni dedicato al centenario della rivista Vita e Pensiero. Autorevoli esponenti della cultura italiana e internazionale dialogheranno su Dio e 10 parole chiave: crisi e bellezza, mistica e politica, misericordia e giustizia, tecnica e fraternità, pace e silenzio.

PordenoneLegge:
le istituzioni sono in crisi?

Francesco Stoppa il 19 settembre presenterà il libro Istituire la vita alla kermesse letteraria di Pordenone insieme a Massimo Recalcati e Mauro Magatti. Il tema affrontato è quello della crisi delle istituzioni – politica, scuola, sanità, servizi sociali – e del loro ruolo nella vita: antagonisti o supporto? Scopri il libro e leggi l'intervista all'autore: analista, appassionato di musica, coordinatore di un progetto che aiuta i cittadini a riappropriarsi del welfare urbano.
Novità Libri e Ebook
La famiglia ‘tradizionale’, fondata sulla coppia unita in matrimonio e aperta ai figli, ha svolto un ruolo fondamentale per le sorti dell’Italia uscita dalla Seconda guerra mondiale e ha goduto di ottima salute fino a metà degli anni Settanta; la sua situazione attuale è caratterizzata da una crisi che si misura in numeri di matrimoni e di figli mai così bassi nella storia d’Italia.

Le cause sono tante, ma il cuore della questione è culturale e trova la sua origine nella transizione in atto a una società che cerca nell’individuo la sua forma base

La nostra società ha ancora bisogno della famiglia? Ci domanda provocatoriamente Roberto Volpi, statistico attento ai trend sociali e culturali, nel suo volume in libreria dal 17 settembre.


L'ExpoLAB dell'Università Cattolica offre una chiave di lettura interdisciplinare al tema dell'Expo 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita con l'ebook Attraverso il convivio. Cibo e alimentazione tra bisogni e culture, a cura di Francesco Botturi e Roberto Zoboli. 

Il libro raccoglie venti saggi dedicati al cibo e all’alimentazione come ‘convivio’, ovvero una mediazione tra il bisogno fisiologico di alimentarsi e la condivisione di comunità, tra scelte individuali e fraternità. L'ebook è scaricabile gratuitamente con una semplice registrazione al sito.

Gilles Deleuze (1925-1995) è un pensatore che ha fortemente inciso sul rinnovamento della filosofia nella Francia della seconda metà del secolo scorso. Il punto chiave della sua riflessione è il rapporto tra l’estetica e l’etica, attraverso il quale Deleuze propone il ripensamento critico della struttura originariamente pratica della soggettività e una diversa tematizzazione dell’ontologia.

James Organisti passa in rassegna in modo pressoché completo gli scritti del filosofo francese, nella persuasione che la filosofia, intesa da Deleuze come arte di costruire concetti, possieda un valore non soltanto specialistico, ma più ampiamente culturale.


Riviste
Il n. 1/2014 di "Comunicazioni Sociali", Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies, è un monografico curato da Annamaria Cascetta e intitolato Il teatro verso la performance. Tra gli autori analizzati ricordiamo Jerzy Grotowski, Samuel Beckett, Erika Fischer-Lichte, Hans-Thies Lehmann. Una sezione è dedicata ai momenti di teatro performativo sulla recente scena europea e un’altra, Intersezioni, raccoglie saggi con diversi punti di vista sul binomio corpo-performatività. Chiude il volume un’appendice iconografica.


In preparazione
BIOGRAFIA DEL SILENZIO
È in traduzione il best seller spagnolo Biografìa del silencio (sette edizioni in Spagna dal 2012) di Pablo d'Ors, autore madrileno, discepolo del monaco e teologo Elmar Salmann e recentemente nominato
da papa Francesco membro del Pontificio Consiglio per la cultura. Vi proponiamo un primo stralcio dell'opera in anteprima, tradotto da Danilo Manera:
 
«Quando cerchiamo noi stessi quel che finiamo per trovare è il mondo. In verità, io non cambio mai, o cambio molto poco, ma cambia il modo con cui mi pongo di fronte a me stesso, e ciò è basilare. Come nell’arte, come nella vita, il punto di vista nella meditazione non è una mera sfumatura, bensì la chiave di volta o la pietra angolare.

Per osservare bene se stessi, lo sguardo dev'essere obliquo e laterale, mai diretto. Quando ci guardiamo direttamente tendiamo a fuggire da noi stessi. Di sbieco, invece, come a voler ingannare l'io che guardiamo, quell'io sostanziale rimane più a lungo e possiamo concentrarci su di lui, finalmente coscienti di quel che osserviamo».

Pablo d'Ors presenterà il volume in Università Cattolica, in occasione di Bookcity, il 14 novembre.
www.vitaepensiero.it
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Pinterest
Pinterest
YouTube
YouTube
Google Plus
Google Plus
© Vita e Pensiero L.go Gemelli, 1 - 20144  Milano | tel. +39 02.7234.2335
www.vitaepensiero.it - editrice.vp@unicatt.it
info giornalisti: ufficiostampa.vp@unicatt.it | tel. 02.72342259

Esplora il nostro catalogo e compra online: Libri | EbookRiviste e Articoli
Sei iscritto a questa lista perché fai parte della lista contatti di Vita e Pensiero o ti sei iscritto sui nostri siti web www.vitaepensiero.it, oppure sei iscritto alla nostra pagina Facebook.
unsubscribe from this list