Copy
 
 
Clinical Pharmacy Journal
NEWSLETTER N. 135 - 27 GENNAIO 2021
 
 
In questo numero
 
  • Editoriale
  • Uso degli antibiotici in Italia
  • Farmacisti: revisione e monitoraggio delle cure
  • Cannella e marker cardio-metabolici
  • Nanoparticelle di Indometacina  
  • Interazioni e antivirali contro l'epatite C
 
 
Editoriale
 

La possibilità di vaccinare in farmacia rappresenta un importante passo avanti nella valorizzazione del ruolo sanitario della farmacia in Italia.
Ancora non sono stati messi a punto i protocolli della vaccinazione ma, in ogni caso, dovranno tenere conto che le norme vigenti impongono che sia il medico a effettuare l’anamnesi prevaccinale e a supervisionare se non ad effettuare direttamente la vaccinazione.
Ai farmacisti rimane il ruolo logistico e, soprattutto, grandi responsabilità, soprattutto dal punto di vista civilistico, in caso di reazioni anafilattiche.
Sarebbe opportuno che si procedesse immediatamente a definire dei protocolli molto dettagliati e a stipulare polizze assicurative, meglio se collettive, che tutelino le farmacie e i farmacisti da esorbitanti richieste di risarcimento di eventuali danni.
Ancora siamo in tempo a provvedere e a farci trovare pronti se, come previsto, nei prossimi giorni verrà approvato il nuovo vaccino che potrà essere conservato nei comuni frigoriferi.

 
 

Valerio Cimino
Direttore responsabile

 
 
 
 
Uso degli antibiotici in Italia
 

Un recente report AIFA sull’uso degli antibiotici in Italia, ha evidenziato la necessità di monitorare -su più livelli- il loro utilizzo per contrastarne l’eccessivo ed inappropriato utilizzo e prevenire il fenomeno dell’antibiotico-resistenza.
Pur non essendovi un significativo aumento dei consumi, rispetto al 2018, gli antibiotici risultano ancora di largo utilizzo, rispetto alla media Europea, così che è l’Italia a detenere il  primato nello sviluppo di batteri resistenti.
E’ necessario potenziare gli interventi varati dalla Commissione Europea nel 2017 e già condivisi, da svariate Regioni. Tra questi si segnalano: campagne informative finalizzate alla formazione del personale sanitario (e redazione di linee guida), alla sensibilizzazione della popolazione per un corretto uso del farmaco accompagnate da un costante monitoraggio dei consumi.

Alessandra Tuveri

 
https://www.aifa.gov.it/documents/20142/1283180
/Rapporto_Antibiotici_2019.pdf/0b3d4536-8aa7-e59c-a0a5-add457abe48d
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Farmacisti: revisione e monitoraggio delle cure
 

È stato condotto, per 6 mesi, uno studio randomizzato, a cluster multicentrico in aperto, in 178 farmacie comunitarie di 4 province spagnole per valutare l’efficacia della revisione dei trattamenti farmacologici e del successivo monitoraggio (MRF) da parte dei farmacisti.
Sono stati reclutati pazienti di età superiore a 64 anni, che utilizzavano 5 o più medicinali. Il gruppo di intervento (IG) ha ricevuto il servizio MRF mentre i pazienti del gruppo controllo hanno ricevuto cure abituali. L’analisi ha coinvolto circa 1331 pazienti e ha mostrato che il servizio condotto dai farmacisti di comunità ha ridotto significativamente il numero di problemi di salute non controllati, mediante l'identificazione dei problemi correlati ai farmaci, l'esecuzione di interventi educativi e le modifiche dei trattamenti. Lo studio suggerisce che l’MRF realizzato da farmacisti di comunità in collaborazione con medici generici, contribuisce al miglioramento dello stato di salute dei pazienti anziani politrattati.

Paolo Levantino

 
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7603656/
 
 
VARIE
Cannella e marker cardio-metabolici
 

Per valutare gli effetti della cannella sui biomarcatori dell’infiammazione e dello stress ossidativo, è stata condotta una revisione sistematica degli studi clinici disponibili fino a gennaio 2020, utilizzando le linee guida Prisma.
I risultati mostrano che una supplementazione di cannella - tra 1,5 e 4 gr al giorno - determina una riduzione significativa della proteina C-reattiva (CRP), della malondialdeide (MDA), dell'interleuchina-6 (IL-6) e un aumento della capacità antiossidante totale (TAC).
La supplementazione di cannella può aiutare a ridurre i livelli di infiammazione e di stress ossidativo.

Paolo Levantino

 
https://www.sciencedirect.com/science/article/
abs/pii/S0965229920307068
 
 
PATOLOGIE E CURE
Nanoparticelle di Indometacina
 

La formulazione dell’antinfiammatorio non steroideo Indometacina all’interno di nanoparticelle di silice mesoporosa ha mostrato un consistente incremento dell’attività antinfiammatoria e analgesica del principio attivo rispetto alle formulazioni a base di sola Indometacina.
Le nanoparticelle hanno anche il vantaggio di un migliore profilo di sicurezza, essendo assenti i caratteristici effetti lesivi dell’Indometacina sulla mucosa gastrica, la presenza di sangue occulto nelle feci e l’incremento della concentrazione di ALT.
Questa formulazione dell’Indometacina è una valida opzione per potenziare l’attività antinfiammatoria e ridurre la tossicità del principio attivo.

Katia Vaiarelli

 
https://www.sciencedirect.com/science/
article/abs/pii/S0928098720303894
 
 
ADR E INTERAZIONI
Interazioni e antivirali contro l'epatite C
 

L'OMS stima che circa 71 milioni di persone siano cronicamente infettati dal virus dell’epatite C (HCV). Il trattamento raccomandato per tali pazienti prevede l’utilizzo di antivirali ad azione diretta, che agiscono direttamente sulla replicazione dell'HCV, interferendo con la codifica proteica strutturale o funzionale. Le interazioni dei farmaci con trattamenti concomitanti possono determinare la mancanza di efficacia e/o di sicurezza.
In uno studio di coorte osservazionale e prospettico di 3 anni realizzato su 1.092 pazienti, il 24,5% ha avuto interazioni tra farmaci. Gli inibitori della pompa protonica erano i farmaci concomitanti che hanno causato la maggior parte delle interazioni. Si è constatato che la collaborazione tra medici e farmacisti clinici rende possibile rilevare, valutare, evitare o gestire clinicamente le interazioni farmaco-farmaco, al fine di mantenere la sicurezza terapeutica dell'intero trattamento e l'efficacia degli antivirali ad azione diretta.

Paolo Levantino

 
https://ejhp.bmj.com/content/28/1/16.long
 
www.sifac.it
 
 
Inoltra ad un amico
 
Seguici su Facebook
 
Registrato presso il Tribunale di Cagliari al n. 7 del 26.06.2015
 
Direttore responsabile:
Valerio Cimino
Hanno collaborato a questo numero: 
Corrado Giua Marassi, Paolo Levantino, Alessandra Tuveri e Katia Vaiarelli