Copy
 
 
Clinical Pharmacy Journal
NEWSLETTER N. 130 - 28 OTTOBRE 2020
 
 
In questo numero
 
  • Editoriale
  • Consiglio sugli OTC
  • Un nuovo test per il mal di gola 
  • Quercetina e recupero muscolare 
  • Madecassoside e riparazione delle ferite  
  • Programmi per la lombosciatalgia cronica
 
 
Editoriale
 


Il nuovo coinvolgimento in un contesto di altissimo livello di ricerca, scenario inedito fino ad oggi inedito per il farmacista di comunità italiano, sprona SIFAC verso futuri percorsi in questa direzione avanguardista, nell’obiettivo di rafforzare sempre più il ruolo del farmacista di comunità in Italia nella pratica clinica attraverso la ricerca.
La ricerca mette in luce come il farmacista di comunità sia in grado, attraverso interventi educativi personalizzati, di migliorare l'aderenza alla terapia inalatoria e il controllo dell'asma e giustifica, pertanto, la necessità del suo inserimento all'interno del team di cura multidisciplinare. 
In questi giorni arriva un’ulteriore riprova dalla pubblicazione di uno studio condotto da SIFAC in collaborazione con l’Istituto Humanitas di Milano sull’autorevole rivista medica internazionale  Respiratory Medicine (I.F. 3.095). 
Gli studi osservazionali di real life sono divenuti oramai una realtà anche in Italia e il farmacista clinico di comunità si conferma quale professionista sanitario in grado di raccogliere dati epidemiologici non solo nell’ambito dei minor disease ma anche nel campo delle patologie croniche, dove supporta il paziente nella gestione della patologia, prende attivamente parte dell’educazione sanitaria e misura l’efficacia del suo intervento.
 
https://www.resmedjournal.com/article/S0954-6111(20)30339-5/fulltext

 
 

Corrado Giua Marassi
Presidente Società Italiana Farmacia Clinica

 
 
 
 
Consiglio sugli OTC
 

Il pericolo maggiore per la pratica farmaceutica è quello di trasformare le farmacie in semplici negozi e i farmacisti in normali venditori e distributori di OTC. La professionalità, l’aggiornamento e il consiglio del farmacista sono fondamentali. Da uno studio realizzato in Croazia, si osserva il farmacista consiglia l’OTC, basandosi prevalentemente sulle prove di efficacia e sulla composizione del prodotto e non su fattori commerciali.

Paolo Levantino

 
https://pmj.bmj.com/content/96/1133/144.long

 
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Un nuovo test per il mal di gola 
 

L’NHS ha intrapreso e finanziato un nuovo test per il mal di gola in farmacie comunitarie selezionate nel Galles. Lo scopo di questa ricerca era valutare l’effetto di una consulenza del farmacista di comunità sulla gestione di questa problematica e sulla soddisfazione generale dei pazienti che si recavano in farmacia. Su un totale di 510 sondaggi raccolti, 501 pazienti sono rimasti soddisfatti del servizio e 504 hanno dichiarato che sarebbero tornati in farmacia per i successivi sintomi di mal di gola.
Le intenzioni dichiarate dai pazienti indicano la necessità di reindirizzare la gestione di patologie non complicate dai medici di base alle farmacie, mettendo in luce l’importanza di un servizio guidato dal farmacista nei percorsi di salute.

Alessia Florio

 
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/ijpp.12587
 
 
VARIE
Quercetina e recupero muscolare 
 

In uno studio crossover in doppio cieco, sedici uomini hanno ingerito quercetina o placebo per 14 giorni, dopo un intenso esercizio fisico eccentrico.
L'integrazione di quercetina ha attenuato l'entità del danno derivante dall'esercizio eccentrico, ha migliorato il decorso temporale dei sintomi associati alla risposta infiammatoria e accelerato il recupero della funzione neuromuscolare.
La quercetina contrasta l'aumento della produzione di ROS, indotto dall’esercizio eccentrico, limitando il loro potenziale effetto dannoso sulle cellule; è un antagonista del recettore A1 dell'adenosina e può aumentare la tolleranza all'esercizio, la motivazione e ridurre l'affaticamento.

Paolo Levantino

 
https://www.mdpi.com/2072-6643/12/9/
2850/htm
 
 
PATOLOGIE E CURE
Madecassoside e riparazione delle ferite 
 

Il madecassoside (MA) è una molecola molto efficace nella guarigione delle ferite e nel trattamento delle cicatrici. Il suo carattere spiccatamente idrofilo ne limita sensibilmente la permeabilità attraverso la cute compromettendo l’efficacia e la praticabilità dell’applicazione topica.
La formulazione del principio attivo all’interno di liposomi permette di superare tale limitazione grazie all’affinità degli stessi con le membrane cellulari tuttavia le formulazioni liposomiche classiche risultano troppo liquide per garantire il giusto grado di adesione sulla superficie della ferita. Un recente studio ha condotto alla sintesi di un copolimero che consente di migliorare le proprietà di adesione dei liposomi e di aumentare l’effetto di contrazione della ferita e dell’efficacia nei processi di riparazione.

Katia Vaiarelli

 
https://www.sciencedirect.com/science/
article/abs/pii/S0928098720301627
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Programmi per la lombosciatalgia cronica
 

Uno studio ha valutato l’efficacia delle strategie comunicative ed educative messe in atto per migliorare la conoscenza e la consapevolezza dei pazienti con lombosciatalgia cronica, e per modificarne il comportamento disadattivo, oltre che per verificarne l’adesione agli esercizi prescritti.
Sono stati presi in considerazione interventi di tipo cognitivo – comportamentale combinati con interventi multimodali di coaching, educazione scientifica sul dolore, attività mirate ad acquisire consapevolezza del dolore. Lo studio ha dimostrayo che gli interventi multimodali sono i più efficaci per le modifiche del comportamento e l’adesione agli esercizi, portando benefici anche a lungo termine.

Giuseppe Fimiani

 
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31839351/
 
www.sifac.it
 
 
Inoltra ad un amico
 
Seguici su Facebook
 
Registrato presso il Tribunale di Cagliari al n. 7 del 26.06.2015
 
Direttore responsabile:
Valerio Cimino
Hanno collaborato a questo numero: 
Giuseppe Fimiani, Alessia Florio, Corrado Giua Marassi,
Paolo Levantino e Katia Vaiarelli