Copy
 
 
Clinical Pharmacy Journal
NEWSLETTER N. 145 - 23 GIUGNO 2021
 
 
In questo numero
 
  • Editoriale
  • Farmacista e vaccinazione antinfluenzale
  • Farmacisti clinici e pazienti con demenza
  • Uso associato di antidepressivi e Fans
  • Monitoraggio della glicemia da remoto 
  • Farmacisti e pazienti in dimissione ospedaliera
 
 
Editoriale
 

È già attiva la Piattaforma nazionale Dgc, il portale che, interfacciandosi con il Sistema tessera sanitaria di Sogei, consente di produrre il “green pass” europeo sia tramite PC che attraverso l’app Immuni. La piattaforma è connessa con un sistema europeo che semplificherà gli spostamenti tra gli Stati membri e, in Italia, l’accesso a eventi e manifestazioni.
Anche in questa occasione sono coinvolti i farmacisti che devono alimentare la banca dati quando effettuano tamponi o vaccinazioni oppure possono stampare copia della certificazione, su richiesta del cittadino che dovrà fornire il proprio Codice fiscale e numero di Tessera sanitaria.
Quando, terminata la campagna vaccinale, saranno smantellati i costosissimi hub allestiti in tantissime città, rimarranno le farmacie a fare da front office del sistema sanitario, a farsi carico delle fragilità.

 
 

Valerio Cimino
Direttore responsabile

 
 
 
 
Farmacista e vaccinazione antinfluenzale
 

Mediante una revisione sistematica di studi svolti tra il 2016 e il 2018 negli Stati Uniti, è stato valutato l’impatto dell’intervento del farmacista di comunità nella campagna di vaccinazione antinfluenzale.
È stato evidenziato che il farmacista, con il proprio contributo, incrementa l’adesione del 27% nelle persone che si sottopongono regolarmente alla vaccinazione e del 117% nelle persone che negli anni precedenti non hanno aderito alla vaccinazione.
Grazie alla sua preparazione in termini educazionali, il farmacista può svolgere un ruolo importante nell’attuazione dei protocolli di vaccinazione antinfluenzale, nonostante negli Stati Uniti il ruolo del farmacista non abbia la stessa centralità nelle cure primarie rispetto ai farmacisti europei.

Federica Cau

 
https://link.springer.com/article/
10.1007/s11096-021-01250-1
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Farmacisti clinici e pazienti con demenza
 

Uno studio su 94 pazienti e 91 caregivers ha valutato l’effetto dell’intervento del farmacista clinico sull’aderenza.
All’inizio, il farmacista ha sottoposto i pazienti ed i caregivers ad un’intervista applicando delle scale di valutazione e, successivamente, ha fornito loro informazioni verbali sull’importanza dell’aderenza al trattamento della demenza. Mentre nella prima intervista è stata registrata un’aderenza al trattamento del 70,2%, nella seconda intervista essa è salita al 95,7%, così come è risultato aumentato il livello di conoscenza della malattia da parte dei caregivers.

Alessia Florio

 
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/
10.1111/ggi.14170
 
 
ADR E INTERAZIONI
Uso associato di antidepressivi e Fans
 

Uno studio caso-controllo condotto in Taiwan su dati raccolti tra il 2005 ed il 2013, ha analizzato i pazienti colpiti da emorragia intracranica in trattamento associato con FANS ed antidepressivi (sia tradizionali che di nuova generazione). È emerso che il trattamento combinato, valutato nei 30 giorni antecedenti all'evento emorragico, conduceva a probabilità del 50% maggiore di sviluppare lo stesso, rispetto al trattamento con solo antidepressivo. Tale rischio si è visto molto ridotto con uso di FANS COX-2 selettivi e minore con antidepressivi tradizionali, rispetto a quelli di nuova generazione.

Lara Tomasoni

 
https://doi.org/10.1177/
1060028020980417
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Monitoraggio della glicemia da remoto 
 

Un recente studio americano ha verificato la correlazione tra i programmi di monitoraggio da remoto della glicemia (DRM) nel diabetico di tipo II e l’aderenza alla terapia.
Sono stati coinvolti nel programma per un anno circa sei mila diabetici in terapia ipoglicemizzante orale cui è stato fornito un glucometro collegato allo smartphone con possibilità di misurazioni illimitate gratuite e un servizio di counselling da parte di professionisti formati (dietisti, nutrizionisti, fisiatri...).
Lo studio ha evidenziato un generale miglioramento nell’aderenza (+4,5%) con vantaggi clinici nei soggetti coinvolti (controllo migliore della terapia, mancate ospedalizzazioni, benessere nel lungo periodo) rispetto al gruppo di osservazione. Sono stati evidenziati vantaggi anche in termini di economia sanitaria.

Diego Zorzetto

 
https://www.jmcp.org/doi/
ref/10.18553/jmcp.2021.27.6.724
 
 
FARMACIA E COUNSELING
Farmacisti e pazienti in dimissione ospedaliera
 

Uno studio recente valuta il supporto offerto dai farmacisti di comunità ai pazienti in dimissione ospedaliera. Dalla ricerca emerge che il supporto alla terapia garantito dai farmacisti di comunità riduce il rischio di una nuova ospedalizzazione del paziente.
La presa in carico di questi pazienti da parte dei farmacisti migliora notevolmente l’aderenza terapeutica e aiuta a seguire i regimi terapeutici corretti ma è necessario coinvolgere maggiormente i pazienti verso questi programmi di supporto offerti dalle farmacie di comunità.

Giuseppe Fimiani

 
https://academic.oup.com/
ijpp/article/29/2/96/6027793

 
 
www.sifac.it
 
 
Inoltra ad un amico
 
Seguici su Facebook
 
Registrato presso il Tribunale di Cagliari al n. 7 del 26.06.2015
 
Direttore responsabile:
Valerio Cimino
Hanno collaborato a questo numero: 
Federica Cau, Giuseppe Fimiani, Alessia Florio,
 Corrado Giua Marassi, Lara Tomasoni e Diego Zorzetto