Copy
"Non ci sono né cattive erbe né uomini cattivi. Ci sono solo cattivi coltivatori." Victor Hugo

Mentre attendiamo l'arrivo della primavera, molti di noi iniziano ad accorgersi dei movimenti, ancor lievi, della fine dell'inverno.
Dalle nostre parti giunge ancora qualche gelata, eppure una tradizione contadina tedesca vuole che la primavera inizi il 25 febbraio, perché già in queste giornate le margherite fanno la loro comparsa e i narcisi sono pronti a sbocciare. Tarassaco e cicoria saranno a breve a rosolare in padella. I nostri sensi si destano!
Il profumo dell'aria si modifica grazie alle microsostanze che partono dalla terra quando i batteri formatori di humus riprendono la loro attività. Il sole non esercita ancora particolare influenza su ciò che accade all'interno della Terra. Da essa la vita comincia a spingersi fuori, col profumo, molto prima che appaia la pienezza vegetale.
Partecipano a questa vita anche gli innumerevoli costruttori del terreno vivente: i lombrichi, le larve, i millepiedi e gli acari.
Hanno compiti ben determinati: essi raccolgono tutto quello che nell'umidità del disgelo invernale vorrebbe decomporsi nel campo e nel bosco, e lo trasformano in sostanze nutritive per le piante. Questa conservazione e successiva trasformazione al fine di formare la terra primaverile, afferra dapprima come un tutto, comincia poi ad agire in una regione ancor invisibile, come la vita all'interno del terreno: gli embrioni, i germi dei semi, cominciano a sviluppare radici. Fanno lo stesso anche le radici degli alberi, degli arbusti e delle erbacee che hanno svernato sotto forma di gemma.
Tutte le piante si ricollegano alla terra.

Questa piccola descrizione, quasi botanica, desideriamo ti porti l'immagine chiara della vita e della crescita. Come le piante, noi esseri umani siamo pieni di vita, costantemente in crescita e collegati alla Terra. Partecipiamo a questo momento, portando con noi il dono dell'inverno, perché come diceva Ungaretti "Come un seme, l'animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione.".



Prossimi per-corsi
orto, autocostruzione, progettazione
    
APRILE
2-4
 | 
MAGGIO
1-3
 | 
LUGLIO
18-29


“Io sono Kore [...]. Solo dopo aver varcato la soglia del buio, traversato il mondo delle ombre, posso risalire alla luce tenendo fra le mani la sacra melagrana, simbolo dell’eterno ritorno.” Omero


Ultimi articoli sul blog

L'altra scomoda verirà
Una richiesta esorbitante di cibo significa che l'agricoltura è diventata la chiave del cambiamento climatico, della perdita della biodiversità e della distruzione ambientale. Il talk di Jonathan Foley (Heinz Award 2014) al TEDxTC.


Puntare ad una crescita della conoscenza: dal mantra "cambiare cambiare cambiare" a "crescere crescere crescere" l'uomo si pone come detentore di diritti e di possedimenti, cosa accade quando consideriamo il valore intrinseco della natura e ci riconosciamo parte di essa?

Buona lettura!

**tutte le parole in verde e/o sottolineate che trovi sono link, cliccaci sopra!**

pensa all'ambiente prima di stampare questo messaggio
tu sei quello che fai, non quello che dici
prenditi cura della Terra, abbi cura delle persone, condividi le risorse