Copy
- Domenica 9 Febbraio 2014 - Riusciranno i nostri eroi a scalare il cratere di Vulcano? 3° tentativo.
Non visualizzi correttamente la mail? Clicca qui

Conosci le tue Isole?

Domenica 9 Febbraio 2014

Vulcano - Il Cratere come non l'avete mai visto (dato che è la terza volta che ci proviamo....)

Un lungo giro sulla sommità del cratere attraverso paesaggi quasi fantascientifici


Durata: 4 h - Difficoltà: bassa

La Fossa di Vulcano è stata teatro dell'ultima eruzione della storia dell'isola, verificatasi tra il 1888 e il 1890. Le antiche cave di zolfo vennero abbandonate e al loro posto, è oggi presente un'intensa attività fumarolica, con emissioni di gas tossici e temperature che superano i 600° C. La visita non comporta comunque alcun pericolo, e permette di godere di una splendida vista sul'arcipelago e sulla vasta caldera di Lentia. L'escursione è anche un viaggio a ritroso attraverso le tappe che la vita vegetale ha compiuto durante la ricolonizzazione del vulcano: nella parte basale domina l' endemica ginestra del Tirreno (Genista tyrrhena); più in quota, si incontrano piccoli aggruppamenti di piante pioniere, come l'erba romice (Rumex bucephalophorus) o poche graminacee, che lasciano gradualmente spazio alle aride pietraie della parte sommitale. 


L'emersione della parte meridionale di Vulcano avviene a partire da 120.000 anni fa, con la formazione di uno strato-vulcano che supera i 1000 m, la cui sommità viene in seguito interessata da un collasso vulcano-tettonico che ha dato origine alla vasta caldera del Piano (2,5 Km di diametro). Tra 80.000 e 14.000 anni fa si verificano il riempimento della caldera, l'inizio dell'attività di altri centri nella parte N e una serie di eventi vulcano-tettonici che culminano con la formazione della caldera della Fossa; al centro di quest'ultima, intorno a 10.000 anni fa, si sviluppa l'attuale cono della Fossa, la cui attività è proseguita sino all'eruzione del 1888 ed è tuttora rappresentata da un vasto campo fumarolico, dove le temperature superano anche i 600 °C. Tra il 183 a.C. e il XVI secolo d.C. si forma il centro di Vulcanello, separato da Vulcano e successivamente unitovi dall'accumulo di depositi emessi durante le eruzioni del cratere La Fossa e dalle correnti marine che hanno originato l'attuale Istmo.

Con l'occasione si ricorda l'appuntamento con il Darwin Day, domani, 8 febbraio alle ore 17 presso la sala congressi dell'Hotel Gattopardo
Appuntamento alle ore 9.15 presso il pontile degli aliscafi con il biglietto (Siremar) già fatto.
Rientro previsto nel primo pomeriggio
Si consigliano: scarpe da trekking, giacca a vento, pranzo al sacco, acqua.
In caso di maltempo l'annullamento dell'escursione verrà comunicato il giorno precedente sul nostro sito, sul nostro profilo Google+ e con un cartello affisso in bacheca
Per ulteriori informazioni mandaci una mail o telefona al
+39 090 9814838
Share
Tweet
+1
Forward to Friend
Copyright © 2014 Associazione Nesos, All rights reserved.


unsubscribe from this list    update subscription preferences 

Email Marketing Powered by Mailchimp