Copy
Newsletter del Centro Europe Direct di Terni
//// n. 10 dicembre 2014
         

L'Europa del 1979 e l'Europa di oggi: scopri che cos'è cambiato con la macchina del tempo

 

La televisione, i giocattoli, il modo di viaggiare, i controlli sui prodotti alimentare, la possibilità di lavorare e studiare nei paesi dell'Unione Europea: tante cose sono cambiate dal 1979 ad oggi per ognuno di noi, cittadini europei. Spesso non ce ne rendiamo neppure conto, ma grazie ad un'iniziativa del Parlamento Europeo, scoprire le differenze diventa quasi un gioco. Potete farlo anche voi, accedendo alla Macchina del tempo on line e scoprendo in maniera semplice ed efficace tutti i principali cambiamenti. ecco il link che vi farà viaggiare dal 1979 ad oggi: http://www.europarl.europa.eu/ep_products/infographics/timemachine/index_it.html

 


Urbact III, ecco le nuove politiche urbane di coesione


Nel 2015 è previsto il lancio delle prime call afferenti ai nuovi programmi di cooperazione territoriale europea (ECT). La prima call di uno dei principali programmi ETC strand C (*), denominato URBACT III, programma interamente dedicato alla sostenibilità urbana, sarà pubblicata in primavera/estate 2015.
In ragione delle attività di comunicazione e diffusione sui nuovi fondi strutturali e coesione assunte dagli EDIC ed anche in virtù delle novità contenute in Urbact III, EDIC TERNI pubblica una sintesi dei principali contenuti ed anticipazioni del Programma presentati all'evento nazionale di lancio tenutosi a Roma il 14/11/2014 e co-organizzato dal MIT e dal Segretariato di Programma.
(*) strand C consente una cooperazione tra tutte le regioni degli Stati membri e di Programma senza vincoli di collocazione in specifiche macroaree geografiche (strand B) o in regioni prossime delle frontiere esterne alla EU (strand A).    

Il documento di sintesi è scaricabile da qui.


   
 
Fondi diretti, un seminario partecipato e tante informazioni importanti

Centotrenta persone presenti in sala - cittadini delle più varie professionalità, rappresentanti del mondo delle imprese e della pubblica amministrazione - hanno preso parte alla due giorni di seminari gratuiti del 27 e 28 novembre sui fondi europei, organizzata a Terni dal Dipartimento Politiche Europee, d’intesa con l’Istituto Europeo di Pubblica amministrazione (EIPA) e in collaborazione con Umbria innovazione, Enterprise Europe Network (EEN) e Europe Direct Terni.

Notevole il successo riscosso dall’iniziativa - a Terni alla sua terza tappa del ciclo 2014-2015- che organizza corsi teorici e pratici nelle varie regioni d’Italia per illustrare ai cittadini le politiche comunitarie dei cicli finanziari 2007-2013 / 2014-2020 e dei fondi a gestione diretta erogati dalla Commissione europea e, quindi, per insegnare loro concretamente modalità e meccanismi per presentare progetti efficaci, in grado di essere finanziati dall’Unione europea. “Un intervento informativo importante – spiegano gli organizzatori - visto e considerato che allo stato attuale l’utilizzo dei fondi tematici da parte dell’Italia è ancora molto al di sotto delle disponibilità, e una necessità urgente in un quadro generale che ha visto il nostro Paese lasciare in Europa per il quadriennio 2007-2011 22 miliardi di euro, saldo negativo tra fondi versati e ricevuti”. “L’iniziativa vuole essere anche un modo per contribuire a ricreare e diffondere - tanto più nell’anno del semestre italiano di presidenza dell’UE – l’immagine di un’Europa non generica entità astratta, ma terra creatrice di opportunità, prosperità e talento, capace di migliorare la vita dei suoi cittadini sul piano dei diritti, dei prodotti, dei servizi”.

Hanno presieduto ai lavori e tenuto le lezioni (nell’ordine): Marco Liviantoni, Centro Estero Umbria, Romano Albertini, Ufficio per la Cittadinanza Europea, Mercato interno e Affari generali – Dipartimento Politiche Europee, Giorgia Pasciullo projects manager dell’European Institute of Public Administration, Cristiana Turchetti, Rappresentante italiano, Head of Unit- dell’European Institute of Public Administration, Giuseppe Flamini, Presidente Camera di Commercio di Terni, Cathleen Foderaro, Umbria Innovazione, Paola Amato, Europe Direct Terni.

A questo link è possibile scaricare tutto il materiale didattico relativo al seminario.

 
Quanto ci sentiamo europei? Un sondaggio nell'inserto Fise di dicembre


Quanto ci sentiamo europei? Chi parla d'Europa sui media? Sono due dei molti approfondimenti contenuti nell'inserto FISE (Finestra sull'Europa) pubblicato oggi con il Corriere dell'Umbria. Tra gli altri servizi realizzati dalla redazione di studenti dell'Università di Perugia coordinati da Diletta Paoletti e dal professor Fabio Raspadori, "L'Umbria secondo Eurostat", "La Corte UE sul gioco d'azzardo", "Il fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione", "Il premio Sakharov". La pubblicazione a cadenza mensile è resa possibile grazie anche al contributo del Centro Europe Direct Terni. 
Una Finestra sull'Europa - numero di dicembre.
 

 

 

 
 
Copyright © 2014/2015
Europe Direct Terni,
All rights reserved.


 
Suppl. a ACOT/CTI
Reg. Trib. di Terni 10/2013
Dir. Resp.  Gian Luca Diamanti
Piazza Ridolfi, 1 - 05100 Terni