Copy
Apri questa mail sul tuo browser

Non li chiamerei buoni propositi


Chiariamo subito una cosa: questa non vuole essere una newsletter di quelle ricche di buoni propositi per il nuovo anno, una di quelle newsletter dallo spirito motivazionale, con l'elenco - di cui non fotte a nessuno - delle cose che vorrei fare e diventare nel nuovo anno.
O meglio non vuole essere questo, ma forse un pò ci assomiglia.
Ma solo un pochino.

Questa newsletter che chiude l'anno - o meglio inizia quello nuovo! - la dedico a una riflessione che ha come tema principale una parola, molto ricorrente ultimamente nella mia testa.

È questa parola è coraggio.
coraggio (co–ràg–gio)
coràggio / koˈraddʒo/ dal lat. parl. corāticu(m), da cŏr ‘cuore’
Forza morale che mette in grado di affrontare difficoltà, sacrifici e pericoli.

[...] Se il coraggio si spinge fino al punto di non riflettere sull’entità del rischio o del pericolo che si corre si ha temerarietà, che è un eccesso di audacia e non è come tale una qualità positiva [...]
Fonte: Zanichelli
Eccallà! Come posso pensare di parlare di coraggio all'alba del nuovo anno e non far sembrare questa mail una mail da 'buoni propositi'?

Mi spiego.
Il coraggio non è nella lista dei miei buoni propositi.
Il coraggio è una cosa che voglio.
(Ma non come l’iPhone 11, ecco...)
Mi SERVE!
E lo vorrei ora ‘sto coraggio, nel 2020!

Io coraggiosa vorrei esserlo già ora mentre scrivo.
Non vorrei manco aspettare l'anno nuovo per il coraggio.
Non voglio travestirlo da buon proposito come iscriversi in palestra o mangiare meno dolci.

Voglio essere coraggiosa.
Ho bisogno di una botta di c... oraggio!
Sull’altra botta di C ormai non ce conto più granché!

Perché CORAGGIO?
Avete presente quella sensazione di tempo che passa, occasioni che vi sembrano non arrivare, cose che sembrano non cambiare mai...
Ecco ce l'avete presente questa sensazione?

E vi è mai capitato di rendervi conto che
se certe cose non cambiano è perché dovreste essere voi a cambiarle?
Che ci sono cose che non sono fatte per 'cambiarsi' da sole ma che deve essere qualcuno a farlo?
E voilà, magia, quel "qualcuno" quasi sempre sei tu, te stesso, medesimo, di persona personalmente.

E quindi?
Quindi se non ce l’hai, questo coraggio, certe cose non ce la fai a cambiarle.

Piu che certe cose, certe decisioni.
Eh sí che certe decisioni ne richiedono di coraggio.

E sono alla ricerca di coraggio in questo momento.

Per anni ho pensato di essere una persona coraggiosa, crescendo ho capito che non è così, o meglio quel che sembrava coraggio era (spesso) in realtà incoscienza...

E per quanto sia vero che per prendere certe decisioni serve un pizzico di incoscienza, se hai 33 anni e stai pensando di rimettere mano alla tua vita, non è proprio l’incoscienza che può fare l’ago della bilancia.

Che poi quell’incoscienza ormai, dove la ritrovo? Chissà che fine ha fatto, dove l’avrò messa, ...a volte mi sembra persa sarò onesta.

Ma è l’età, si dice, con l’età l’incoscienza la perdi.
E quindi, dato che dell’incoscienza non ho più notizie da parecchio, sono giunta alla conclusione che ho bisogno di coraggio.

Ho bisogno di crederci un po’ di più.
Di non accantonarle più certe idee.
Chè poi mi rendo conto che non si è mai i primi a non crederci, sono prima gli altri a insinuarti il dubbio di quanto magari quell’idea non faccia proprio al caso tuo, o che forse tutto sommato così come stai messa, stai messa bene dai! 
In fondo di che ti lamenti, no?

Per questo miei cari, che sia un anno pieno di coraggio, di treni che non bisogna aspettare che passino, ...
Siate, o meglio, siamo i macchinisti di ’sti treni!
Ognuno del suo!

Sarà che sono in treno mentre sto scrivendo, per questo la metafora m’è sfuggita un po’ di mano forse! 😅

Che sia un anno pieno di scelte coraggiose miei cari!

Ci risentiamo che sarà già anno nuovo!

Peace&Love

Compiti per le Non-Vacanze

  • Smettete di giustificare le vostre non-scelte, scegliete, agite, fate!
  • Un gruppo di studenti del Massacciusssetttt, ha scoperto che il buon proposito più famoso è DIMAGRIRE: se davvero lo desiderate, potete farlo. È non è una di quelle frasi che se vuoi puoi diventare miliardario e sti cazzi, dimagrire non richiede lauree, soldi, e conoscenze. Fidatevi del professionista a cui vi affidate, sceglietelo con cura, e tirate fuori la forza di volontà, la stessa forza che a mezzanotte vi fa alzare dal divano per aprire il frigo! 🤣

Se passate ad Ancona e dintorni non perdetevi...

Mostra Toccare la Bellezza: Maria Montessori e Bruno Munari
Fino all’8 Marzo, a cura del Museo Omero, Sala Vanvitelli, La Mole Ancona

Per saperne di più

Ankonistan “Phototandem, una visione condivisa”  Mostra fotografica
Fino al 6 Gennaido, Sala Boxe, La Mole Ancona

Per saperne di più
〰️ La frase del Mese 〰️
Se ti serve una mano, la trovi alla fine del tuo braccio

GAZPA's prefe del mese 

Trovi la playlist su Spotify sempre aggiornata a questo link.
〰️ Da ascoltare 〰️
🎵Marracash ft. Madame MADAME L’anima
PLAY
🎵Lous and The Yakuza Dilemme
PLAY
🎵Flavia Coehlo Temontou
PLAY
🎵Renzo Arbore Smorz ‘e llights (Such a night)
PLAY
🎵Dionne Warwick I’ll Never Fall in Love Again
PLAY
〰️ Da mangiare 〰️
Ricetta delle Lenticchie di casa mia

Ingredienti:
  • Lenticchie di Colfiorito DOP
  • Sedano Carote e Cipolla
  • Chiodi di garofano
  • 2 cucchiaini di Sale
  • 3 cucchiai di Passata di pomodoro
  • Olio evo
Procedimento:
Prepara il soffritto con sedano carote e cipolla, tieni da parte un pezzo di carota e lascialo intero e usalo per infilarci i chiodi di garofano. Metti a soffriggere anche la carota chiodata.
Quando il soffritto è ben dotato aggiungi le lenticchie già tenute in ammollo per almeno mezzoretta.
Lascia risottare un po le lenticchie poi aggiungi dell’acqua calda (già scaldata in un pentolino).
Aggiungi tre cucchiai di passata di pomodoro, e il sale.
Chiudi col coperchio e lascia “pippottare” fino a cottura completa.
Almeno 40 minuti a fuoco vivace, assaggia e se sono cotte e non troppo liquide il piatto è pronto!
Bon Appetit!

Segui un pò questo!

I miei account Instagram preferiti del mese:
  • @memphis.the.brussie
    Chi è: Memphis è un cane bruttino ma l’account fa morire dal ridere
    La seguo perché: tutte ste influencer dopo un po’ rompono i coglioni.
     
  • @musettianimaletti
    Chi è: di sicuro un genio.
    La seguo perché: è un genio.

E anche per questo 2019 ci siamo. Buon 2020!
A presto!
Twitter
Instagram
Website
Copyright © 2019 GAZPA, All rights reserved.