Copy
Newsletter #34 - Giugno 2017

Attualità di don Milani e politica della responsabilità: dalle sconfitte si impara



 
"Lettera a una professoressa" è stato il libro con cui ho iniziato una vita da prof: uno sguardo pedagogico che ha guidato le mie scelte. Ma quei ragazzi di Barbiana sono ancora qui oggi, da parlamentare, a interrogarmi con le loro essenziali domande sulla politica. E don Milani può ancora aprire sentieri nella complicata matassa dei voti alle amministrative.
Ci sono tre passaggi necessari. Primo, analizzare i dati delle elezioni amministrative. Poi cercare le cause delle sconfitte (dove abbiamo perso la strada?): ci sono certamente cause locali, scelte sbagliate, storie di errori nelle amministrazioni locali, ma saremmo ingenui se ignorassimo il quadro nazionale con le grandi sfide di immigrazione, sicurezza, lavoro.
Infine bisogna trovare strategie per ripartire affrontando i problemi. E qui c'entra don Milani: "Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia”. I sentimenti prevalenti sono principalmente la rabbia (espressa anche nell'astensionismo) e la paura che spinge a destra verso un razzismo strisciante così facile da diffondere con il semplicistico pregiudizio. Ma compito della politica del rinnovamento e del riformismo è alimentare sentimenti di responsabilità, passione, lungimiranza, etica, empatia, anche fatica. Perché dalle sconfitte si impara, dalle difficoltà si esce. E il primo passo è l'ascolto.
La visita di Papa Francesco alla tomba di questo prete scomodo ha segnato un passaggio fondamentale e forse definitivo nell'interpretazione di una figura contestata nel corso degli anni e che, a 50 anni dalla sua morte, fa ancora discutere. È stato definito il prete della protesta, poiché la sua Chiesa l'aveva allontanato nell'esilio di Barbiana. Ma si può dare vita al cambiamento e affiancare percorsi di senso anche nei luoghi più sperduti, come Barbiana.
Don Milani fu sempre molto esigente, talvolta duro, con i suoi ragazzi, pretendendo da loro il massimo nello studio e aiutandoli ad assumersi la responsabilità etica delle loro azioni. Tenero e severo. Ecco un altro messaggio, oggi vivo e necessario più che mai. Anche e soprattutto per i giovani che si trovano a vivere una dimensione di precarietà e di disorientamento, immersi nella dimensione fagocitante dei social network che li espone al rischio della solitudine, della violenza, dell'annullamento del pensiero critico.
Ed è proprio la dimensione del pensiero critico che costituisce un aspetto importante dell'eredità di don Milani. Lui, il prete che disobbedì nell'obbedienza, restando sacerdote ma non per questo rinunciando a scelte di solidarietà e giustizia sociale: "Non c’è nulla che sia più ingiusto quanto far parti uguali fra disuguali”. Don Milani è stato rivoluzionario senza mai essere violento, capace di ribaltare paradigmi senza avere la presunzione di detenere in mano la verità. Ma avendo ben chiara l'importanza politica dell'educazione al pensiero critico e responsabile, dei luoghi di incontro, di socializzazione e di crescita, per lo sviluppo del pensiero condiviso e della discussione.
Questa è la dimensione piena della politica come assunzione di responsabilità pubblica. Don Milani aveva appeso un cartello nella sua scuola con scritto "I care", cioè "mi importa", "mi sta a cuore", il contrario del motto fascista della sua generazione, del "me ne frego". Il rinnovamento vero, anche oggi, ricomincia da lì. Da un'affidabilità politica che nasce dai sentimenti veri, dalla capacità di ascoltare, di entrare in relazione, di mettere in gioco competenze per "sortirne insieme".
 
La mia dichiarazione di voto alla Camera per la legge sui reati contro i beni culturali
 
Nella seduta del 22 giugno la Camera ha approvato il disegno di legge "Disposizioni in materia di delitti contro il patrimonio culturale" (C. 4220-A). Il Partito Democratico ha affidato a me la dichiarazione di voto finale in aula nella quale ho espresso voto favorevole a nome del gruppo. Il disegno di legge interviene a diversi livelli ma con un unico e importante obiettivo: tutelare maggiormente quello che è da considerare come il bene più prezioso che l'Italia possiede, perché in esso c’è la nostra storia, la nostra civiltà e la nostra identità. Il provvedimento prevede un intervento normativo organico e sistematico per riformare le disposizioni penali, rispondendo all'esigenza di intervenire con efficacia e superando quella frammentarietà delle norme che è stata un ostacolo alla tutela e alla valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

[Video] La dichiarazione di voto a nome del gruppo Pd
 
La replica alla risposta del governo sulle mie interrogazioni sulla Polizia postale in ER
 
Il 20 giugno il governo, nella persona del viceministro Filippo Bubbico, ha risposto in aula alle mie tre interrogazioni che ho rivolto al Ministero dell'Interno sul piano di razionalizzazione dei presidi di polizia sul territorio che prevede - tra le altre cose - la soppressione di ben 74 sezioni provinciali di Polizia postale e delle comunicazioni e l'ipotesi di chiusura di ben 5 sezioni su 7 in Emilia-Romagna. Si tratterebbe di un depotenziamento inaccettabile di una specialità di polizia (che si occupa della conoscenza, della repressione e del contrasto dei reati commessi tramite internet in ambiti diversi, in particolare quelli ai danni dei minorenni) che oggi è sempre più necessaria.

[Video] La mia replica in aula alla risposta del governo
 
A "Buongiorno Reggio" su TeleReggio per parlare di come arginare il disagio giovanile
 
Il 6 giugno sono stata ospite in diretta a “Buongiorno Reggio”, la trasmissione del mattino di TeleReggio condotta da Stefania Bondavalli, per parlare dei temi legati al disagio giovanile e in particolare adolescenziale (partendo dal cosiddetto "Blue Whale Challenge") e per riflettere su cosa possono fare le famiglie e le istituzioni per combatterlo. La situazione dell'adolescenza è sempre stata quella di un'età di transizione, quindi quella più difficile nella crescita di ragazzi e ragazze: oggi, però, è anche cambiato il mondo circostante, con la pervasività della Rete da un lato e la crisi della genitorialità dall'altro.

[Video] Guarda il mio intervento in trasmissione
 
A Festa Biasola per l’incontro “La famiglia oggi - Un'unica responsabilità educativa"
 
Il 23 giugno sono stata alla Festa Biasola per l’incontro dal titolo “La famiglia oggi - Un’unica responsabilità educativa”, assieme all’avvocato Marco Scarpati, in una serata condotta da Luisa Carbognani. Durante l'incontro ho parlato delle molteplici fragilità nella dimensione genitoriale di oggi, soprattutto per chi ha figli in età adolescenziale.
 
Alla serata di riapertura dell’ala moda del liceo artistico “Chierici” di Reggio
 
Il 18 giugno ho partecipato all’iniziativa “Il Chierici siamo noi”, una serata di festa (con l'esposizione di capi di abbigliamento, gioielli e accessori realizzati dagli studenti accompagnata da intermezzi musicali e di danza) organizzata in occasione della riapertura dell'ala moda del liceo artistico Chierici di Reggio Emilia, danneggiato da un incendio doloso appiccato da alcuni studenti lo scorso 7 giugno. L’espressione creativa è presente in ognuno di noi. Lo sforzo educativo del Chierici è quello di farla emergere e svilupparla attraverso una varietà di esperienze artistiche sperimentali, perché la creatività, la fantasia e l’invenzione si formano e si trasformano continuamente. Ogni studente, aiutato a scegliere la tecnica artistica a lui più congeniale, è qui incoraggiato ad esprimere le proprie emozioni modo e a dar forma ai sentimenti, sia con l’uso delle immagini, sia con l’uso del colore. Questo è il vero e proprio “dono” che questo istituto consegna alla città: coltivare la cultura artistica e il “fare” creativo, a partire dal patrimonio storico dell'Italia, come sviluppo di civiltà.
 
All'oratorio Don Bosco di Reggio per discutere delle politiche per l'adolescenza
 
Il 27 maggio all'oratorio don Bosco ho partecipato – assieme alla vicepresidente della giunta regionale dell'Emilia-Romagna Elisabetta Gualmini, all'assessore comunale di Reggio Raffaella Curioni, alla consigliera regionale e vicepresidente dell'assemblea legislativa Ottavia Soncini e a don Giordano Goccini – all'incontro di ascolto con i servizi, le associazioni e la scuola per discutere delle politiche per l'adolescenza. È stato un pomeriggio caratterizzato dalla grande ricchezza di esperienze e qualità di lavoro educativo grazie alla passione evidente in tutti gli interventi: l'impegno ora è quello di costruire progetti per coinvolgere i giovani e per incentivare il ruolo degli adulti.

In piazza a Reggio Emilia per il 71° anniversario della Festa della Repubblica
 
Il 2 giugno a Reggio Emilia ho partecipato alle celebrazioni in piazza della Vittoria per il 71° anniversario della Festa della Repubblica: la cerimonia dell'alzabandiera alla presenza delle autorità cittadine, accompagnata dalle musiche della Filarmonica Città del Tricolore; la lettura del messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte del prefetto Maria Forte; gli interventi del sindaco Luca Vecchi e del presidente della Provincia Giammaria Manghi; la consegna delle medaglie alla memoria ai familiari dei detenuti reggiani nei campi di concentramento nazisti.
 
In piazza del Monte a Reggio alla fiaccolata del Pd a difesa dell'ambiente e del futuro
 
Il 6 giugno, pochi giorni dopo la decisione del presidente americano Donald Trump di ritirare la firma dall'accordo di Parigi sul clima, il Partito Democratico ha deciso di dare vita alla mobilitazione nazionale "In difesa del futuro - Insieme per sostenere l'accordo sul clima". Per questo, insieme a tanti amministratori locali del Pd, ho partecipato alla fiaccolata organizzata dal Pd reggiano in piazza del Monte a Reggio Emilia per ribadire il pieno sostegno a politiche che siano rispettose dell'ambiente.

A Reggio Emilia per il seminario
 "Pubblica amministrazione e social"

 
Il 9 giugno in Sala del Tricolore a Reggio Emilia ho assistito al seminario di formazione "Pubblica amministrazione e social: nuovi scenari nell'era digitale", organizzato dal Comune di Reggio e dalla Fondazione Ora! Sono stati numerosi gli interventi interessanti che si sono succeduti durante la mattinata, con tanti punti di vista diversi a raccontare la realtà di oggi e le prospettive verso il futuro per avvicinare sempre di più la pubblica amministrazione ai cittadini (e viceversa) grazie a un uso sapiente e consapevole di Internet e in particolare dei social network.
Approvato il nuovo codice penale. Sulla Gazzetta di Reggio l'articolo “Sì a pene più severe. Il Pd reggiano esulta”
 
Il 15 giugno la Gazzetta di Reggio ha pubblicato un articolo dal titolo "Sì a pene più severe. Il Pd reggiano esulta" nel quale è riportata la posizione favorevole mia e degli altri parlamentari reggiani del Partito Democratico dopo l'approvazione alla Camera del disegno di legge per la modifica del codice penale.

Leggi l'articolo sul sito della Gazzetta di Reggio
Sul Resto del Carlino di Reggio l'articolo "Esami, strage di aspiranti maestri"
 
Il 12 giugno l'edizione di Reggio Emilia - Il Resto del Carlino ha pubblicato un articolo dal titolo "Esami, strage di aspiranti maestri" con una mia riflessione sulla necessità di investire sulla formazione per evitare le bocciature degli aspiranti docenti, come recentemente accaduto in Emilia-Romagna in occasione del concorso per la scuola primaria e quella dell’infanzia.

Leggi la trascrizione integrale dell'articolo sul mio sito
Proseguono le mie riflessioni sul sito dell'agenzia di stampa Dire
 
L'agenzia di stampa Dire mi riserva uno spazio sul proprio sito nel quale poter pubblicare articoli, riflessioni e considerazioni sui temi del welfare, del lavoro, dell'educazione, delle criticità sociali ed educative.

Questi i nuovi articoli pubblicati:
Quando il conflitto di coppia diventa odio e violenza
Esibire le pagelle non è la dimostrazione pubblica del successo educativo dei genitori
L’etica politica è etica della responsabilità
Dagli Opg alle Rems, un passaggio che va monitorato senza retrocedere
La violenza assistita. Imparare a cogliere precocemente i segnali
Continua la collaborazione con la sezione dei blog dell'Huffington Post
 
Il quotidiano online del gruppo L’Espresso Huffington Post mi ha messo a disposizione uno spazio settimanale per interventi di approfondimento su temi sociali e politici. Tutti gli articoli in archivio sono consultabili in qualsiasi momento da questa pagina.
Legge su educatori e pedagogisti: a che punto siamo?
La mia proposta di legge S 2443 "Disciplina delle professioni di educatore professionale socio-pedagogico, educatore professionale socio-sanitario e pedagogista", già approvata alla Camera, è ora in discussione al Senato (relatrice la senatrice Francesca Puglisi) presso la commissione Cultura ed è attualmente in attesa del parere della commissione Bilancio. Il Miur ha già inviato la relazione tecnica al Mef proprio in questo giorni, affermando che non vi sono oneri di spese per lo Stato. Questo lascia sperare che in tempi brevi la legge possa essere ripresa in commissione VII al Senato. 
I miei interventi in commissione sul Museo nazionale di psichiatria del San Lazzaro di Reggio
A maggio nella VII commissione Cultura della Camera è iniziata la discussione sulla proposta di legge 2546 “Istituzione della Fondazione del Museo nazionale di psichiatria del San Lazzaro di Reggio Emilia”, di cui sono relatrice. Il 16 e il 24 maggio sono intervenuta in commissione durante le audizioni informali di esperti di recupero museale e di esponenti delle strutture sanitarie dell'Emilia-Romagna per spiegare l'importanza dell'istituzione della fondazione.

[Video] Il mio intervento durante l'audizione del 16 maggio

[Video] Il mio intervento durante l'audizione del 24 maggio
A Roma per il convegno “I giovani e la salute sul web"
Il 27 giugno nella sala del Refettorio della biblioteca della Camera dei deputati sono intervenuta al convegno “I giovani e la salute sul web” (in occasione della presentazione dei risultati della ricerca Diagno // Click, alla presenza della ministra dell'istruzione Valeria Fedeli e della Garante nazionale Filomena Albano), dedicato alla ricerca identitaria degli adolescenti e dei giovani riguardo alla propria corporeità, per parlare del passaggio adolescenziale legato all’insicurezza corporea, ai disturbi del comportamento alimentare e alla costruzione dell’immagine di sé, ribadendo il diritto a vivere il proprio corpo senza le ansie di adeguamento ai canoni dominanti.

[Video] Il mio intervento
All'incontro sulla violenza di genere con Laura Boldrini e Maria Elena Boschi
Il 14 giugno a Montecitorio ho partecipato a un interessante incontro sulla violenza di genere (dati e prospettive) dell'intergruppo per le donne, i diritti e le pari opportunità con la presidente della Camera Laura Boldrini e la sottosegretaria alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi. Ottimo il lavoro fatto finora, tanto ancora quello da fare per proseguire l'approfondimento sul tema del femminicidio e della violenza contro le donne. Nel corso della riunione sono state audite la sottosegretaria Boschi, che ha riferito sull'attuazione della Convenzione di Istanbul e più in particolare sullo stato di avanzamento delle azioni e degli interventi indicati nel Piano d'azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere (previsto dall'articolo 5 della legge 119/2013) e la dott.ssa Misiti – demografa, ricercatrice presso l’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Cnr ed esperta in studi connessi all’approccio di genere – che ha riferito in merito all'attuazione della Convenzione di Istanbul da parte delle Regioni.
In conferenza stampa alla Camera per impegnare il governo su adolescenza e web
Il 21 giugno sono intervenuta durante una conferenza stampa alla Camera con le deputate Daniela Sbrollini e Stefania Covello, Sara Manfuso (direttrice dell'associazione I Woman) e il vicepresidente dell'Anci per impegnare il governo sul tema del rapporto tra adolescenza e web.
A Milano per il seminario “Sollecitazioni socio-culturali e sapere pedagogico"
Il 19 giugno all’Università Cattolica di Milano sono intervenuta al seminario “Sollecitazioni socio-culturali e sapere pedagogico. Verso nuove prospettive di sviluppo” per parlare della genitorialità al tempo del web. Dopo i saluti del preside della facoltà di Scienze della formazione Luigi Pati ho partecipato a una tavola rotonda (coordinata dalla direttrice del dipartimento di Pedagogia Simonetta Polenghi) con la parlamentare e docente Milena Santerini e ai colleghi di diversi atenei italiani.
A Roma per la presentazione delle linee guida Cismai sulla violenza assistita
Il 23 giugno nella Sala del Parlamentino a Roma, alla presenza della presidente della Camera Laura Boldrini, ho preso parte a una tavola rotonda organizzata in occasione della presentazione delle linee guida del Cismai (il Coordinamento italiano dei servizi contro il maltrattamento e l’abuso all’infanzia) sui requisiti minimi degli interventi nei casi di violenza assistita da maltrattamento sulle madri: un convegno importante per evidenziare i fattori critici e le prospettive di intervento per far uscire il fenomeno dalla diffusa omertà e sottovalutazione attuale.
A Salerno per la giornata di studio "I decreti applicativi della legge 107/2015"
Il 29 maggio all'Università di Salerno sono intervenuta alla giornata di studio "I decreti applicativi della legge 107/2015 per la formazione iniziale e in servizio degli insegnanti" per parlare di "La dimensione formativa nei decreti legislativi" nell'ambito della sessione del convegno dedicata al ruolo delle scienze dell'educazione nella formazione degli insegnanti e degli educatori dopo i decreti. Con le parlamentari Francesca Puglisi e Manuela Ghizzoni abbiamo approfondito i temi della formazione dei docenti e degli educatori e i contenuti del decreto legislativo riguardante la delega ZeroSei.
In collegamento Skype con Apei per parlare della mia legge sugli educatori
Il 27 maggio mi sono collegata via Skype con il convegno Apei di Roma per parlare della mia proposta di legge sulla disciplina delle professioni di educatore e pedagogista.

[Video] Il mio intervento al convegno
Intervista alle radio: "Pene più severe per gli autori dei reati ai danni dei beni culturali"
Il 22 giugno sono stata intervistata dal network nazionale di radio private Area sull’approvazione (in prima lettura alla Camera) del disegno di legge sui delitti contro il patrimonio culturale italiano, che intende riformare le disposizioni penali fino ad oggi suddivise in un quadro sanzionatorio stratificato tra codice penale e codice dei beni culturali; una situazione che spesso ha dato luogo a confusioni interpretative e difficoltà di applicazione.

[Audio] Ascolta l'intervista integrale
Su Radio Cusano: "Ecco perché tenere aperte le scuole anche in estate"
Il 21 giugno sono stata intervistata in diretta su Radio Cusano Campus per parlare della proposta della ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli che prevede di tenere aperte le scuole anche durante il periodo estivo, esigenza più che legittima e che se realizzata in modo corretto può diventare un'occasione per rafforzare il prezioso e indispensabile lavoro di cura educativa.

[Audio] Ascolta l'intervista integrale

Attiva la mia nuova pagina FB "Vanna Iori Deputata"



 
Avendo raggiunto la quota massima di 5.000 amicizie sul mio profilo Facebook "Vanna Iori", e a fronte di centinaia di altre richieste di amicizia che purtroppo non posso più accettare, ho aperto la pagina pubblica di Facebook "Vanna Iori Deputata" a cui chiunque può liberamente iscriversi. La pagina viene aggiornata regolarmente con gli stessi contenuti presenti nel profilo "Vanna Iori".

Online il mio sito web www.vannaiori.it



 
Cari amici, potete anche seguire sul mio sito web la mia attività in Parlamento, nel territorio reggiano e in altre realtà italiane. Troverete le mie idee, il calendario della mie attività politiche, i miei contributi parlamentari, i comunicati stampa e gli interventi video. Potete seguire inoltre il profilo Facebook (per gli scambi quotidiani con gli amici e i follower) e l'account Twitter.
News dalla Camera dei Deputati
Manovra: il decreto-legge 50/2017
 
Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario
 
Per seguirmi sui social network o per contattarmi via e-mail
www.vannaiori.it
Facebook
Twitter @Vannaio
iori_v@camera.it
Si prega di non rispondere direttamente a questo messaggio perché è stato inviato da un indirizzo non programmato per la ricezione. Scrivere a iori_v@camera.it
Vanna Iori - Deputata del Partito Democratico

II Commissione Giustizia della Camera (segretario)

Commissione bicamerale Infanzia e adolescenza

Referente nazionale del Pd per infanzia e adolescenza
NEWSLETTER PRECEDENTI


Email Marketing Powered by Mailchimp